Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2020  luglio 31 Venerdì calendario

• Matera 1 agosto 1961. Sceneggiatrice. Scrittrice. Con il romanzo d’esordio Mille anni che sto qui (Einaudi 2006), saga familiare italiana raccontata attraverso suggestioni che rimandano al realismo magico di García Márquez, ha vinto il premio Campiello 2007, nonostante le polemiche di chi le preferiva Donne informate sui fatti di Carlo Fruttero (1926-2012). «Sono stata accusata da più parti di non esserne degna vincitrice perché scrivo fiction per la televisione. Come se fosse un peccato imperdonabile».
• «La sua virtù migliore è una prodigiosa capacità di sintesi: poche righe e abbiamo un carattere, il senso di un destino, la verità di una situazione» (Filippo La Porta).
• Ha vissuto diversi anni a Parigi e in Francia ha pubblicato tre libri di poesie. Nel 1998 in Italia la raccolta di racconti Altri miracoli (Theoria).
• Ha scritto per la tv (Grandi domani, Il capitano, Don Matteo, La squadra, Butta la luna 2 ecc.) e per il teatro (Lei. Cinque storie per Casanova, 2008).
• Ultimo libro: La volpe meccanica (Bompiani 2014).
• Vive a Roma.