Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2020  luglio 31 Venerdì calendario

Fabio Testi

Biografia di Fabio Testi

• Peschiera del Garda (Verona) 2 agosto 1941. Attore. Tra i suoi film: Il giardino dei Finzi Contini (De Sica 1970, Oscar miglior film straniero). Con Rita Pavone portò anche a teatro un adattamento de La strada di Fellini. Negli ultimi anni attivo anche in Spagna (Mi último verano con Marián, Herederos, La conjura de El Escorial). In Italia visto più di recente nelle miniserie tv Il falco e la colomba e Al di là del lago (2009 e 2011, Canale 5). «Io sono un liberale. E nello spettacolo se non sei di sinistra ti tagliano. In Rai non vado da 10 anni».
• Per anni è stato un bello del cinema: «Da un certo punto in poi sono stato ingabbiato in questa immagine. Ma inizialmente essere un ragazzone di un metro e novanta fu la mia fortuna. Io ho fatto la gavetta vera, cominciando con ruoli da controfigura. Ho preso il diploma di geometra, ho studiato Architettura all’università. Il mio programma era di andare a costruire case e ponti in Africa, altro che cinema! Aldo Rossi, un produttore di Milano, mi offrì di fare degli spot. Mi dette tanti di questi soldi che mi convinse a rimanere in Italia. Dopo, per il fatto che conoscevo le lingue, cominciai a lavorare in coproduzioni francesi, sudamericane. Non credevo alla carriera, mi cambiavo il nome a ogni film. Mi facevo chiamare Ted Carson o Martin Moore, come un giocatore della nazionale inglese che mi piaceva tanto. Tutto questo fino a quando non arrivarono nella mia vita Sergio Leone, con i suoi western, e De Sica, con Il giardino dei Finzi Contini. Furono quest’ultimo film e l’Oscar che vinse a convincermi che ormai ero un attore e potevo pure farmi chiamare Fabio Testi» (da un’intervista di Flora Lepore).
• Nel 2003 ha partecipato alla prima edizione de L’isola dei famosi e nel 2004 al Gran Hermano vip in Spagna. Fu lasciato in diretta televisiva dalla fidanzata.
• Grande amico di Berlusconi, nel 2006 si candidò per Forza Italia in Veneto: primo dei non eletti. Nel 2007 candidato sindaco di Verona con i Cattolici liberali cristiani, ottenne lo 0,43% delle preferenze. Nel 2008 ha prestato la voce a uno spot per il Popolo della Libertà destinato agli italiani all’estero.
• Separato da Maria Dolores Navarro, tre figli, Fabio junior, Thomas e Trini. Nel 2002 denunciato dall’ex moglie per il mancato versamento degli alimenti, si giustificò affermando di essere in ristrettezze economiche. «Pare che lei gli abbia sfilato la bozza di un contratto non siglato per convincere il giudice a decidere su un assegno mensile di 6 mila euro» (Rossana Lacala).
Celebri le sue storie con Ursula Andress, Charlotte Rampling ecc.