Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2020  luglio 31 Venerdì calendario

• Latisana (Udine) 15 gennaio 1978. Ciclista. Campione italiano di prova in linea nel 2012. Terzo al Giro d’Italia 2009 e Maglia a pois (miglior scalatore) nel Tour dello stesso anno (titoli cancellati in seguito a squalifica). Quarto al Giro d’Italia 2008 con quattro giorni in maglia rosa ed il successo di tappa nella durissima cronoscalata di Plan de Corones. Ottavo al Giro 2006 con la vittoria di tappa a Peschici.
• Nel 2010 è stato condannato dal Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna ad una sospensione di due anni - scadenza 4 maggio 2012 - e al pagamento di 115.000 euro di multa, a causa di anomalie riscontrate nei suoi valori ematici ai controlli antidoping effettuati alla vigilia del Tour 2009. Come pena accessoria gli sono stati cancellati tutti i risultati ottenuti dal 7 maggio 2009, compreso il 3° posto (poi diventato 2° per la sopraggiunta squalifica di Di Luca) al Giro d’Italia del Centenario e la Maglia a pois conquistata al Tour.
• Detto “il delfino di Bibione”. «Ho le montagne nel mio Dna. I miei sono carnici. Papà è di Paularo, mamma di Arta Terme: due paesi ai piedi dello Zoncolan. Ma gestivano il bar “Angela” a Bibione».
• Sposato con Claudia, miss conosciuta nel 1999 al Giro del Piave, due figli: Giacomo e Giorgia.