Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2020  luglio 31 Venerdì calendario

• Milano 1 agosto 1929. Attore. Da ultimo visto nella serie tv Un medico in famiglia 9 (2014). È il cardinal Pescardona in Habemus Papam, regia di Nanni Moretti (2011, sette Nastri d’argento e tre David di Donatello). Dal 2001 al 2007 è nel cast della soap Centovetrine.
• Il suo è un nome d’arte scelto «per ragioni sociali: provengo da una famiglia borghese di Milano, mio padre era un politico abbastanza noto e a quel tempo, quando ho iniziato a recitare, era considerato sconveniente che il figlio di una famiglia bene facesse l’attore. Così, per evitare problemi o scontri con la mia famiglia che non ne valeva la pena, ho cambiato nome. Poi, quando finalmente convinsero mia madre a venire a vedermi fare Lunario nei “Rusteghi”, ella si commosse e divenne una mia dolcissima fan» [cinesint.it].
• Inizi al Piccolo Teatro, ha lavorato tra l’altro con Giulio Bosetti. Al cinema è stato il direttore magistrale duca conte Piermatteo Barambani di Fantozzi contro tutti (Parenti-Villaggio, 1980), il commendator Borlotti de L’allenatore nel pallone (Sergio Martino, 1984), più di recente Licio Gelli ne I banchieri di Dio (Giuseppe Ferrara, 2002).