Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2020  luglio 31 Venerdì calendario

• Roma 2 agosto 1984. Attrice. Vista tra l’altro nella fiction Boris 2 e 3 (2008 e 2009) e nei film Manuale d’amore 2 (Giovanni Veronesi, 2007) e Una famiglia perfetta (Paolo Genovese, 2012). Figlia di Laura Morante e del regista Daniele Costantini.
• Esordio da ragazzina: «Ho iniziato a 13 anni per caso, un film per la tv francese. Ho fatto tanti mestieri, la cameriera, la libraia, davo ripetizioni. Ho studiato recitazione, è stato un percorso a rilento, mai stato un momento in cui mi sono detta: lo voglio fare». Film preferiti: «A qualcuno piace caldo, Irma la dolce, Otto e ½, Lubitsch, tutto Chaplin. Sono appassionata di classici». Attrice preferita: «Marilyn Monroe» (a Valerio Cappelli) (Corriere della Sera 28/1/2009).
• «Sono andata in Francia a 7 anni, quando mia madre ha sposato un francese; dopo 12 anni sono tornata qui. Non mi lamento, ogni esperienza ti arricchisce, parlo due lingue, ho tanti amici francesi. Ho un babbo che è Daniele, il regista, per me è una figura dolce, affettuosa, idealizzata. Poi ho una seconda immagine paterna, quella del francese, che corrisponde all’autorità, poi c’è il marito attuale di mia madre, l’ho conosciuto da grande, mi ci sono affezionata. Poi ci sono le sorelle, tre, una del padre francese, le altre, come il fratello, figlie di altre madri. Quando ci riuniamo, per i pranzi e per le cene, è divertente».