Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2020  luglio 31 Venerdì calendario

• Napoli 24 marzo 1967. Industriale. Ex vicepresidente di Confindustria ai tempi della Marcegaglia con delega per il Sud.
• Figlia di Cristoforo, le cui denunce contro la camorra sono costate due raid a mano armata negli uffici delle aziende di famiglia, «da presidente campano degli industriali, era stata chiara: “Per me è uno spartiacque. Chi non denuncia sarà messo alla porta”. Lei ha un curriculum immacolato e amministra imprese di successo: la Marina di Castello Spa, che gestisce il Crowne Plaza di Caserta e il Resort di Castelvolturno dove ha sede il quartier generale del calcio Napoli; la Gricignano 2 e 4, che gestisce una cittadella residenziale e commerciale per le truppe Usa» (Claudio Pappaianni) [Esp 18/5/2008].
• Nel 2012 finisce nei guai: avrebbe ottenuto illecitamente 27 milioni di euro da Banca Intesa: «La Servizi turistici srl – comunica l’ufficio di Procura – ha omesso di versare l’Iva per gli anni 2006-2007-2008 per un ammontare di 673.990 euro, nonché ha utilizzato in compensazione, nell’anno 2008, crediti tributari inesistenti ammontanti ad euro 509.146 euro».
• «Io non sono amministratore delle società finite in questa vicenda. Questi affidamenti sono tutti deliberati dalla banca, garantiti con fideiussioni dei soci, anche mie personali. Il direttore della filiale licenziato? Non so nulla». [Esp 17/2/2012]
Da ultimo: La Procura della Repubblica di Napoli ha dato esecuzione a un sequestro di beni preventivi delle aziende del Gruppo Coppola coinvolte nella vicenda di omessi versamenti Iva. L’indagine è stata coordinata dalla Guardia di Finanza e dalla Dda di Napoli [Casertace.net 12/6/2013]