Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2022  agosto 07 Domenica calendario

• Firenze 5 agosto 1940. Storico. Insegna Storia medievale all’Università di Firenze e dal 2006 anche all’Istituto italiano di Scienze umane. Da oltre un trentennio si occupa di crociate, di pellegrinaggi e di rapporti tra la cristianità e l’Islam. Ha lavorato e viaggiato a lungo in Terra Santa. Libri: L’avventura di un povero crociato, Il Barbarossa, Francesco d’Assisi, La vera storia della Lega lombarda, Quell’antica festa crudele, Alla corte dei papi ecc. L’ultimo: Gerusalemme (Il Mulino, 2012). «Lo storico è parente del detective e del clinico: ha dinanzi segni, indizi, sintomi; deve trovar delle prove e formulare delle diagnosi».
• «Anarchico di destra, cattolico tradizionalista, qualche ispirazione socialisteggiante: e in Spagna l’hanno accusato perfino di pensiero “falangista” per qualche idea controcorrente sulle corride e il destino dei tori. In ogni caso, è l’esponente di una destra imprendibile, non omologabile. Franco Cardini non è soltanto un professore di Storia medievale a Firenze: è in primo luogo lo studioso che nel 1981 lasciò allibita la categoria degli storici con un libro, Alle radici della cavalleria medievale, una prova di insolito spessore letterario, che contaminava archeologia, antropologia, storia della spiritualità. In seguito, una produzione senza argini» (Edmondo Berselli).
• Nel 2007 Walter Veltroni lo indicò come una delle personalità che avrebbe voluto al suo fianco («Me ne rallegro e lo ringrazio»).
• È stato presidente dell’associazione culturale Identità europea e fondatore della rivista Percorsi. Collabora con il quotidiano Avvenire. Nel 2010 ha partecipato con i suoi saggi al progetto enciclopedico XXI secolo, diretto dallo storico della filosofia Tullio Gregory e pubblicato dalla Treccani. Dal 2012 fa parte del comitato scientifico della rivista Eurasia ed è membro del Collegio dei reggenti dell’Associazione fiorentini nel mondo.