Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2020  luglio 31 Venerdì calendario

• Roma 2 agosto 1962. Diacono permanente Santa Francesca Cabrini. Presidente dell’Associazione italiana psicologi e psichiatri cattolici.
• È dirigente psichiatra presso gli Istituti Fisioterapici Ospitalieri di Roma e professore Incaricato di Psicopatologia presso l’Istituto di Psicologia dell’Università Gregoriana
• «Un cronista di Liberazione si è presentato al suo studio fingendosi un gay in preda a terribili rimorsi per i suoi insani gusti sessuali, scoprendo - è quanto ha scritto il 23 dicembre 2007 sulla prima pagina del suo quotidiano - una rete cattolica clandestina determinata a curare gli omosessuali, nel senso di redimerli, di farli ridiventare normali e sorridenti, come sono senza dubbio gli eterosessuali. Ma non è vero niente, secondo il presidente cattolico: quel giornalista gli avrebbe raccontato invece di aver subito una serie di abusi e di attraversare nientemeno che una crisi con la moglie... Sta di fatto che le reazioni sono state molte e tutte nel segno dello sconcerto: anche l’Ordine degli psicologi è sceso in campo dichiarando la più assoluta contrarietà alle “terapie riparative”» (Luciana Sica). Il settimanale Tempi pubblicò la sua autodifesa parlando nella titolazione di «inchiesta degna di una commissione della Gestapo».