Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2022  agosto 08 Lunedì calendario

• Treviso 23 novembre 1923. Vescovo emerito di Ivrea (vescovo dal 1966 al 1999). Laureato in Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e poi in Filosofia presso l’Università degli Studi Alma Mater di Bologna, fu presidente nazionale di Pax Christi, poi presidente generale (fino al 1985). Ha insegnato presso il Pontificio Seminario Regionale e nominato in seguito vice assistente nazionale degli universitari cattolici della FUCI. Nel 1992 partecipa alla marcia per la pace nel mezzo della guerra civile in Bosnia ed erzegovina.
• Nel 2007 suscitò qualche polemica un suo commento positivo sui Dico trasmesso al Tg1 delle 13.30 («Mi pare sia una cosa abbastanza ben fatta» ecc.).
• Il 13 febbraio 2012, ospite al programma di Radio2 Un Giorno da Pecora, ha scongiurato l’ipotesi di un complotto ai danni Papa Ratzinger «Penso sia un sistema per preparare l’eventualità delle dimissioni. Per preparare questo choc, perché le dimissioni di un Papa sarebbero un choc, cominciano a buttare lì la cosa del complotto».
• Il 28 aprile 2014 una nuova dichiarazione: «Papa Bergoglio si dimetterà? Sì, a suo tempo si dimetterà. Prima farà quel che ha deciso di fare e poi si dimetterà. Penso che succederà tra quattro o cinque anni» [Fat 28/4/2014].
• Ha pubblicato alcuni testi tra cui Giovani per la pace (La Meridiana 2004), Difendere il Concilio (San Paolo Edizioni 2008, con Aldo Maria Valli) e Vescovo e laico? Una spiegazione per gli amici (EDB 2010).