Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2022  agosto 08 Lunedì calendario

• Messina 6 gennaio 1955. Costituzionalista. Insegna Diritto pubblico all’università di Roma Tre. Editorialista del Corriere della Sera e dell’Espresso.
• Laureato a Messina nel 1978, dove ha cominciato anche la carriera accademica, è passato poi a La Sapienza di Roma e all’Università di Teramo. Nel 2006 si candidò alla Camera con la Rosa nel Pugno. Ha collaborato con La stampa, Il Sole 24 Ore, Il Riformista e ItaliaOggi.
• Tra le ultime pubblicazioni La piccola eguaglianza (Einaudi, 2015), Romanzo nazionale. L’Italia e gli inganni della politica (Dalai editore, 2013), Privilegium. L’Italia assediata dalle lobby (Rizzoli, 2012), L’assedio. La Costituzione e i suoi nemici (Longanesi, 2011). Nel 2012 ha pubblicato con Bur il suo primo romanzo Doppio riflesso: «Richiama alla mente i primi libri di Luigi Malerba e le atmosfere impalpabili di Tabucchi. Opera iper-letteraria, con un titolo alla Schnitzler, tradisce nel suo movimento interno un motivo più profondo: la doppia identità come gioco di specchi in cui si rifrange la vocazione letteraria dell’Io narrante, e dunque dell’Autore che si occulta dietro di lui» (Marco Belpoliti) [Esp 13/7/2012].