Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2023  gennaio 24 Martedì calendario


SELVAGGIA LUCARELLI ASFALTA IL CORSO PER PRINCIPESSE: “PENSA ‘STE MADRI CHE ISCRIVONO LE FIGLIE, PER POI REALIZZARE CHE LA FIGLIA A 30 ANNI È LA PRINCIPESSA DI ‘STO CAZZO E SPOSA UN CARROZZIERE DI FRANCOFORTE. MA POI “CORSO TENUTO DA MISS G”, CHE PER QUELLO CHE NE SO POTREBBE ESSERE GILETTI O GEGIA. MANCO IL CORAGGIO DI FARCI SAPERE CHI SI PRENDE LA BRIGA DI INDOTTRINARE LE FIGLIE DEGLI SCEMI” – OTTAVIO CAPPELLANI: “CHE MERAVIGLIA IL CORSO PER PRINCIPESSE. ALLA FACCIA DI TUTTE QUELLE CHE DA GRANDI SI SPOGLIANO SUI SOCIAL” -

È stata diffusa sui social la locandina che annuncia l’avvio di un “corso per principesse” a Rho, in Lombardia, con lezioni destinate a studenti tra i sei e i nove anni, che si terranno da aprile 2023, dove verranno insegnate le basi di galateo, bon ton, dizione, trucco, acconciatura e portamento per camminare sui tacchi. Le polemiche, come sempre, non sono mancate. E cosa ci sarebbe di male? Meglio imparare fin da piccole un po’ di stile, alla faccia di tutte le diciottenni su Instagram tette pecettate e culi in perizoma o su Onlyfans dove spesso vengono “sfruttate” dai fidanzati

(..) Corso per principesse Il corso propone galateo, bon ton, dizione, trucco, acconciatura e portamento sui tacchi Non che questa non possa avvenire per libera scelta, ma la scelta, appunto, per essere tale, libera dev’essere, e cosciente, e – come si dice – consapevole e consenziente. E quando vorreste fare diventare consapevoli le vostre figlie se non cominciando dall’inizio, cominciando dalle favole e dagli archetipi? È vero, sono d’accordo: il principe, prima di baciare la bella addormentata nel bosco, avrebbe dovuto svegliarla e chiedere il consenso: non tutte le fiabe ci azzeccano. Ma quante volgari addormentate abbiamo sui social che nessuno si prende la briga di svegliare?

Sono convinto che il corso per principesse sia non solo “femminista” ma anche che chi lo critica ha capito poco del femminismo, della dignità, del valore e della libertà.

Solo un consiglio: tra una treccia, un uso corretto delle posate a tavola e il sapere salutare in tutte le lingue del mondo, aggiungete il corso “come dare un calcio nelle palle a chi vi promette di farvi diventare principesse”. Perché principesse già lo siete. Imparare a esprimerlo, male, non può farvi. Mi raccomando il calcio nelle palle.