Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2023  gennaio 24 Martedì calendario


LE MANI IN PASTA! COLPO NELLA VILLA DELL'IMPRENDITORE SATURNINO DE CECCO, IL RE DELLA PASTA, A MONTESILVANO, IN PROVINCIA DI PESCARA: UNA BANDA DI 4 MALVIVENTI ARMATI, PROBABILMENTE DELL’EST, HANNO PRESO IN OSTAGGIO MOGLIE E FIGLIA – I BANDITI SI SONO APPROPRIATA DI UN CORPOSO BOTTINO FATTO DI OROLOGI E ALTRI PREZIOSI, PIÙ UNA PISTOLA REGOLARMENTE DETENUTA DALL'IMPRENDITORE ABRUZZESE, POI SONO FUGGITI SU UN'AUDI RUBATA E… -



Colpo nella villa dell'imprenditore Saturnino De Cecco, il re della pasta, a Montesilvano, in provincia di Pescara. La moglie e la figlia di 5 anni stavano rientrando a casa, ieri sera verso le 21, quando sotto la minaccia delle armi sono state prese in ostaggio al cancello della villa da quattro banditi armati e con i volti mascherati. I malviventi, una volta entrati in casa, hanno chiuso la moglie e la bambina in cucina, sorvegliata da due dei rapinatori. L’imprenditore, che si trovava già nella villa sulle colline di Montesilvano, è stato costretto da altri due banditi ad aprire la cassaforte.

Sono stati momenti di puro terrore. La banda si è appropriata di un corposo bottino fatto di orologi e altri preziosi, più una pistola regolarmente detenuta dall'imprenditore abruzzese, poi sono fuggiti su un'Audi rubata e guidata da un quinto complice che era rimasto fuori ad attenderli. Tutto si è svolto in una manciata di minuti, senza usare violenza agli ostaggi, ma sono stati attimi di grande tensione e paura.

(...)