Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2022  novembre 23 Mercoledì calendario


IL MONDIALE DEI FIGURANTI - I DATI UFFICIALI DEL GOVERNO QATARIOTA RACCONTANO DI STADI PIENI AL 97,5% MA GUARDANDO GLI SPALTI I CONTI NON TORNANO - A CONFERMARE LA PRESENZA DI TIFOSI "FINTI" È IL FATTO CHE IL FLUSSO DI ARRIVI ALL'AEROPORTO DI DOHA È PIÙ BASSO DELLE ASPETTATIVE, MA ANCHE GLI STADI CHE SI SVUOTANO A METÀ DEL SECONDO TEMPO... -

L'ombra di un caso riempie più del pubblico gli stadi di Doha. Il Mondiale arabo è a corto di tifosi. Ce ne sono, sì: ma non abbastanza. Aspettative deluse, dati ufficiali che cercano di smentire la realtà, ma restano negli occhi le immagini di spalti che si svuotano a metà secondo tempo. […]

Oggi si mimetizzano meglio, tra migliaia di persone venute per applaudire davvero la loro squadra. Sulla metro rossa, lunedì sera, incontriamo alcuni ragazzi.  Hanno lo stesso equipaggiamento di sciarpa, bandiera indossata come un mantello, maglia da gioco (contraffatta), ma di quattro squadre diverse: Portogallo, Francia, Argentina e Brasile. Parlano la stessa lingua, vengono dalla stessa regione, forse dall'India o dal Nepal, come la stragrande maggioranza di chi vive a Doha.

Magari sono tra quei centomila ingaggiati nelle settimane prima del via al Mondiale e vestiti di tutto punto con i colori delle nazionali per delle sfilate sulla Corniche: servivano più che altro a testare la tenuta della sicurezza durante i cortei dei tifosi veri, ma sono venuti buoni anche per trasferire un entusiasmo che evidentemente ancora non poteva esserci.

[…] I flussi dei tifosi che arrivano non sono quelli attesi, non si arriva a più di 10 mila trasporti dall'aeroporto ogni giorno. Qualcuno forse spaventato dai prezzi degli alberghi di Doha dorme lontano, ad Abu Dhabi, visto che il governo locale ha fatto una campagna massiccia per invogliare i tifosi a preferire gli Emirati, con ponte aereo e prezzi ribassati. Ma non basta.

E i posti vuoti negli stadi denunciano che qualcosa nella vendita dei biglietti non è andata come sperava l'emiro Al Thani per la sua festa Mundial. Gli accessi ufficiali risultano altissimi, raccontando di stadi pieni al 97,5 per cento. Poi ti guardi intorno e vedi altro. A differenza di quanto circola in rete, i dati non superano mai la capienza ufficiale degli stadi (più alte delle approssimazioni di una prima ricerca).

Ma sono comunque troppo generose. […] Ma i report del comitato organizzatore dovrebbero affidarsi ai tagliandi effettivamente passati per i tornelli, e non sembrano particolarmente attendibili. Certo, la monocrazia qatarina impone verità parallele. Ma quando si tratta di un evento planetario è più difficile nascondere la verità.