Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2022  novembre 23 Mercoledì calendario


COME VIVREMO DOMANI? SU UNA CITTA' GALLEGGIANTE - GUARDATE IL MODELLO DI NAVE PENSATO DAL “LAZZARINI DESIGN STUDIO”: SI CHIAMA “PANGEOS”, HA LA FORMA DI UNA TARTARUGA, È LUNGO 550 METRI, LARGO 610 (PIÙ DEL DOPPIO DEL COLOSSEO), PUO' OSPITARE 60 MILA PERSONE E COSTA 8 MILIARDI DI DOLLARI – A BORDO C’È SPAZIO PER OGNI COMODITÀ, DAI CENTRI COMMERCIALI A AEROPORTI PER FAVORIRE GLI SPOSTAMENTI – REALIZZARLO PERÒ È COMPLICATISSIMO, SOLO PER COSTRUIRLO BISOGNEREBBE DRAGARE UN KM QUADRATO DI MARE… -

Oltre super, mega e gigayacht, esiste il tera ed è la misura per lo yacht immaginato da Lazzarini Design Studio. Si chiama Pangeos e prende il nome da Pangea, il supercontinente che esisteva oltre 200 milioni di anni fa. E come il gigantesco continente, così Pangeos potrebbe diventare lo yacht più grande al mondo simile ad una città galleggiante grande il doppio del Colosseo.

Pangeos è ancora sono un progetto di Lazzarini Design Studio ma, se finanziata, diventerebbe la più grande struttura galleggiante mai costruita al costo di 8 miliardi. Il terayacht misura 550 metri di lunghezza e 610 metri di larghezza ed è paragonabile ad una vera e propria città galleggiante.

A bordo del gigantesco yacht c'è spazio per hotel, centri commerciali, parchi e persino porti per navi e aerei più piccoli che possano condurre gli ospiti in grande stile su Pangeos.

Il terayacht di Lazzarini ha la forma di una tera-tartaruga. Per costruirlo bisognerebbe ideare anche un cantiere apposito e al momento l'unico luogo che sembra idoneo ad accogliere l'imponente costruzione potrebbe essere l'Arabia Saudita.

Il cantiere per Pangeos richiederebbe di dragare circa un chilometro quadrato di mare e la costruzione di una diga circolare prima della realizzazione. Per lo studio di progettazione potrebbe esserci uno spazio idoneo al King Abdullah Port, che si trova a 81 miglia a nord di Gedda.

Con 30 metri di pescaggio, il gigantesco scafo è composto da nove prue diverse. Pangeos è diviso in vari blocchi come se fosse una vera e propria città. A bordo ci sono diversi palazzi, ville, case e hotel. Lo yacht compre il porto e una piazza principale con vari edifici che hanno diverse funzioni.

Nella parte superiore della struttura si trovano numerosi spazi verdi che possono essere usati per l'atterraggio degli aerei. Una volta a bordo gli ospiti si potranno sentire come cittadini della città galleggiante più grande mai costruita.