Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2022  settembre 22 Giovedì calendario


Il tronista che si è tolto la vita

LA STORIAROMA Morto a 35 anni, lontano anni luce da quella poltrona rossa da tronista che l’aveva lanciato nel 2016, come una meteora, nel mondo dello spettacolo. Sarebbe stato un gesto volontario quello che ieri ha messo fine alla vita del veneto Manuel Achille Vallicella, tatuatore di Verona con un passato da corteggiatore prima, e tronista poi, nel programma di Maria De Filippi Uomini e Donne. Secondo quanto affermato ieri dall’amico dj Enrico Ciriaci, in un’intervista sul sito di gossip Biccy, Vallicella sarebbe morto «togliendosi volontariamente la vita», ma la dinamica del decesso non è ancora chiara. L’uomo, sempre secondo Ciriaci, avrebbe compiuto il gesto estremo all’interno del suo negozio di tatuaggi, il Deep Black Tatoo Studio, dove ieri il telefono squillava a vuoto. «Me lo hanno detto i nostri amici, hanno visto i soccorsi fuori dal suo negozio ha riferito Ciriaci – ma adesso girano tante voci. Ci eravamo sentiti quattro giorni fa, lo avevo chiamato per invitarlo a giocare a calcetto ma aveva rifiutato. Diceva che a 35 anni non era più in grado di giocare a calcio».«LA MIA SECONDA MADRE»Da tempo depresso e «inadeguato», come diceva lui stesso, all’ambiente televisivo, Vallicella aveva abbandonato il trono di Uomini e donne dopo aver corteggiato a vuoto la modella emiliana Ludovica Valli, che aveva scelto al suo posto il broker finanziario Fabio Ferrara. «Quando mi piace una ragazza non riesco mai ad averla aveva detto al termine della sua avventura – Ne posso avere altre duecento, ma mai quella che mi piace davvero. Ci sto male, ma non darò la soddisfazione di vedermi piangere a chi mi vuole male. Mi vivrò questa delusione da solo». Il suo viso decorato dai tatuaggi, e la sua indole sensibile, aveva tuttavia conquistato il pubblico del programma, tanto da spingere De Filippi che lui definiva «la mia seconda madre» a richiamarlo nel ruolo non di corteggiatore ma di tronista. L’esperienza durò poco, e si concluse con il ritiro precoce, dopo appena un paio di settimane, del ragazzo: «Ogni giorno che passa mi rende sempre più convinto: io cerco la serenità e qui vivo l’angoscia disse, appendendo il trono al chiodo la vivo come una sconfitta personale, ma per la prima volta ho deciso di fare del bene a me stesso e non agli altri». Tornato alla vita di tutti i giorni, Manuel aveva avuto a che fare con la popolarità di ritorno solo una volta, nel 2020, vittima di body shaming sul web per qualche chilo in più accumulato negli anni: «Alcune persone non vedono l’ora di dirti Sei ingrassato, stavi meglio tempo fa scriveva – A me personalmente la cosa non tocca, anzi mi fa sorridere. A chi critica dico: migliorate la vostra vita invece di criticare quelle degli altri».Perfettamente in salute («Era sano come un pesce e non si drogava», dice l’amico), tre anni fa Manuel aveva accusato psicologicamente la morte dell’amata madre, scomparsa dopo una lunga battaglia contro una malattia. «Si è spento Manuel Vallicella, ex tronista dal cuore d’oro scriveva ieri su Instagram un altro amico, il blogger Amedeo Venza – Spero solo che sia tra le braccia della sua tanto amata Mamma». In un post pubblicato nel giorno del suo 35esimo compleanno, lo scorso 9 gennaio, Manuel aveva voluto ricordare la madre («Mamma so che mi guardi e sorridi con me»), alla quale aveva dedicato lunghi post nei giorni della malattia. Ieri Uomini e Donne ha concluso la puntata con un video dedicato a Vallicella, sulle note di Il destino di chi visse per amare di Tiziano Ferro, seguito dalle immagini della sua avventura nel programma. Nessuno, secondo gli amici, poteva immaginare un simile epilogo: «Manuel era vittima di depressione. Non era il tipo di persona che esterna i suoi problemi, teneva tutto dentro. Se aveva altri parenti o una compagna non lo so, ma evidentemente non parlava nemmeno con loro. Era cambiato dopo la scomparsa della madre. Quando usciva con noi era spento, faceva fatica a sorridere».Non è la prima volta che la popolarità guadagnata in tv diventa un fardello che complica anziché semplificare la vita quotidiana. È accaduto a Walter Nudo, oggi 52enne, vincitore del GFVip che nel 2019 ha abbandonato la tv perché vittima di depressione («Ho sperimentato depressione, bancarotta, non camminavo più, mi sono operato al cuore, mi sono separato. Non dormivo la notte»), ma anche a Ilaria Galassi, ex stellina di Non è la Rai che oggi, a 46 anni, dice di aver trovato lavoro da badante dopo essere stata dimenticata dalla tv. Sono invece rimasti a loro modo nell’ambiente, virando dalle luci della tv alle luci rosse dell’hard, sia Luca Tassinari, il nerd de La pupa e il secchione, che Nando Colelli del GF 11, seguito a ruota dalla collega Rosy Maggiulli, autodefinitasi «dipendente dal sesso».Si è reinventata influencer, infine, la tronista che rifiutò Vallicella, Ludovica Valli, oggi seguita da 1,8 milioni di follower: «Sono senza parole, sono sconvolta – ha scritto ieri su Instagram non dimenticherò mai la tua timidezza e i tuoi occhi dolci, averti conosciuto è stato un onore. Ora puoi riposare. Che la terra ti sia lieve Manuel, fai buon viaggio. Rimarrai per sempre nel mio cuore».