Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2022  agosto 04 Giovedì calendario


Frattaglie

Non sarà facile, ma ci proviamo. La più solida delle formazioni no-vax, no-euro, no-Ue, no-Nato eccetera, fra quelle che ambiscono a entrare in Parlamento, è Italexit di Gianluigi Paragone, già leghista, già berlusconiano e già grillino. In Italexit è appena arrivato il giovane filosofo Diego Fusaro dopo essersi separato da Francesco Toscano, titolare del canale complottista VisioneTV, con cui aveva fondato Ancora Italia. Toscano è invece passato con Italia Sovrana e Popolare del comunista Marco Rizzo, associato all’ex magistrato Antonio Ingroia e che ha per capo politico Giovanna Coloni, insegnante sospesa per aver rifiutato il vaccino. Con Paragone c’è invece l’ex vicequestore no vax Alessandra Schilirò (dice di essere molto fiduciosa perché è l’anno astrale di Venere e dell’energia femminile), il capo dei portuali no-Green Pass di Trieste, Stefano Puzzer, e due parlamentari ex grillini, Pino Cabras e Francesco Forciniti, fondatori di Alternativa, che non va confusa con Alternativa per l’Italia, che è invece il partito uscito dalla fusione fra Exit, movimento contro l’oppressione digitale di cui capo e l’ex di CasaPound, Simone Di Stefano, e il Popolo della Famiglia di Mario Adinolfi, soprattutto no-aborto, entrambi no-Green Pass. Senza passare da Alternativa né da Alternativa per l’Italia, altri due ex grillini, Sara Cunial e Davide Barillari, hanno invece fondato Vita, che fra l’altro è no-5G e raduna il Popolo delle mamme, le Sentinelle della Libertà e altri valorosi come l’avvocato Polacco, leader di Io sto con l’avvocato Polacco. Scusate, ma mi è venuto un terribile mal di testa: vado a farmi un vaccino.