Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2021  giugno 23 Mercoledì calendario


AAA Offresi lavoro («Abitanti del Colorado astenersi»)

Per chi vive in Colorado può essere complicato trovare un impiego, specialmente in telelavoro. Per cercare di colmare il gap salariale tra uomini e donne e aumentare la trasparenza, le autorità locali hanno promulgato in gennaio una legge che impone ai datori di lavoro che assumono nello stato Usa di pubblicare il salario o la forchetta di retribuzione per ciascuna posizione, anche in telelavoro. Una misura che si è trasformata in un boomerang per i lavoratori di questo stato di 5,5 milioni di abitanti. Per evitare di svelare queste informazioni, diverse aziende, tra cui J&J e Cbre, non esitano a scrivere sui propri annunci per posizioni in telelavoro «Abitanti del Colorado, astenersi». Solo Amazon si è piegato: per un posto di informatico a distanza, il colosso dell’e-commerce ha indicato il salario medio dei suoi impiegati che esercitano questa attività in Colorado: una cifra compresa tra 116.400 e 160.000 dollari.