Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2021  aprile 07 Mercoledì calendario


La famiglia di Giuliano Ferrara

Breve storia della famiglia di Giuliano Ferrara: «Vale la pena soffermarsi brevemente sui due interlocutori e autori del libro, genitori di Giuliano, fondatore del Foglio. Marcella De Francesco Ferrara, donna coltissima e discreta, era stata l’assistente di Togliatti quando lui era ministro di Grazia e giustizia ed era poi diventata l’insostituibile segretaria di redazione di Rinascita. Maurizio era nato in una famiglia di intellettuali liberali romani. Il padre Mario, giornalista e celebre giurista, era stato uno degli scrittori di punta della Rivoluzione liberale di Piero Gobetti e del Mondo di Giovanni Amendola. Dopo l’avvento del fascismo aveva indossato la toga per difendere di fronte ai tribunali speciali Umberto Terracini, Ernesto Rossi e Pietro Amendo- la, il più giovane dei figli di Giovanni. Ferruccio Parri lo aveva voluto sottosegretario di Stato nel suo governo e nel 1949 era tornato a scrivere sul Mondo, diretto da Mario Pannunzio. Maurizio aveva seguito un percorso diverso, avvicinandosi giovanissimo al Partito comunista clandestino e partecipando alla Resistenza nei gruppi romani. Giornalista anche lui, era diventato corrispondente da Mosca e successivamente direttore del quotidiano del partito, l’Unità, senatore e presidente della regione Lazio» [Mario Pendinelli Marcello Sorgi, Quando c’erano i comunisti, Marsilio 2020]