Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2021  febbraio 23 Martedì calendario


Alba Parietti ha usato il botox solo una volta


«Il botox? L’ho utilizzato una sola volta agli inizi, negli Anni 90. Ricordo il risultato abbastanza orribile, improvvisamente ti vedi con quella faccia arcigna, da strega di Biancaneve». Alba Parietti è un po’ stanca di essere chiamata ancora in causa sul tema della chirurgia: «Ho fatto l’errore di dire la verità e cioè che avevo ritoccato il seno e la bocca con il silicone. Se tornassi indietro la bocca non la rifarei, ma ho imparato a conviverci e ora fa parte di me».
Torniamo al botox.
«Oggi viene usato in maniera selettiva e si può calibrare per migliorare piccoli difetti. La chirurgia estetica va dosata, scegliendo con attenzione i professionisti a cui rivolgersi. Internet ti permette di evitare cialtroni che approfittano della fragilità di donne che invece di curare anima e psiche si buttano sull’estetica».
Però...
«Piuttosto il lifting... Per il momento temporeggio. Sono quasi arrivata all’alba dei 59 e a ogni 21 dicembre – quando non lavoro – lo fisso e poi lo annullo. Mi dico “Posso aspettare ancora”».
Come contrasta l’età?
«Geneticamente sono fortunatissima. Utilizzo il fotoringiovanimento per mantenere la pelle elastica e il laser per togliere le macchie da mani e decolleté. Prima facevo punturine di collagene ogni sei mesi, ora di acido ialuronico. Ho grande ammirazione per chi si accetta ma anche per chi tiene al suo aspetto. Ognuno è libero di decidere come invecchiare».