Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2020  marzo 25 Mercoledì calendario


Biografia di Manu Dibango

Manu Dibango (1933-2020). Sassofonista camerunense. «Negli anni Sessanta, nel pieno del movimento africano per l’indipendenza, entra a far parte degli African Jazz, e inizia a sviluppare un proprio stile, nel quale si mescolano jazz, soul, musica del Congo e dello Zaire, collabora con moltissimi musicisti e incide innumerevoli album. È a Kinshasa, la capitale del Congo, che le sue idee germogliano dando vita nel 1972 a un brano, Soul Makossa, che entra nella storia della musica, non solo per l’originalità della formula ma anche per essere il primo brano in lingua francese ad arrivare ai vertici delle classifiche americane» [Assante, Rep]. Morto a Parigi dopo aver contratto il coronavirus.