Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2019  dicembre 03 Martedì calendario


Torna Spelacchio a piazza Venezia

Spelacchio è tornato e si rifà il look. Un fusto di 23 metri (e decine di tonnellate) all’ombra del Vittoriano. Oramai l’operazione di maquillage dell’abete naturale, arrivato domenica notte, domina il centro di piazza Venezia. Per l’albero di Natale di Roma, che da tre anni si porta dietro l’ironico soprannome, c’è una squadra di operai al lavoro sull’allestimento. Un’impresa non da poco, che scorre sotto gli occhi di tutti. L’esemplare, trasportato dal vivaio di Cittiglio, nella zona di Varese, a bordo di un mega camion tutto decorato a tema, con tanto di griffe («Spelacchio is coming to town»), campeggia nella grande aiuola della piazza, mentre i tecnici ne rimpolpano i rami tagliati. «Per garantire un trasferimento sicuro, è stata attuata una tecnica studiata ad hoc che prevede la sezione di alcuni rami da parte di esperti del settore», spiegano. Man mano che riprende corpo, bontà sua, si preparano le luminarie: un addobbo con 80mila luci a led a basso consumo energetico e mille tra sfere e cristalli di neve argentati. A firmare tutta l’operazione, lo sponsor Netflix che si è aggiudicato il bando di Roma Capitale (i costi totali dell’allestimento sono a carico di Netflix). Da mettere in agenda, l’accensione: domenica 8 dicembre. Spelacchio, che deve il suo nome d’arte all’edizione natalizia del 2017 quando il suo ex collega verde cominciò a sfoggiare fronde decisamente piangenti e spelacchiate, rimarrà acceso 24 ore al giorno fino al 6 gennaio. I colori predominanti saranno rosso e oro, con un tocco d’argento, per valorizzare l’allestimento tradizionale. 
IL VILLAGGIO
La novità di quest’anno, come si vede dall’allestimento in corso in queste ore, è la realizzazione di un villaggio di Natale ai piedi di Spelacchio, tra cui una vistosa casetta di legno. Un’area interattiva per famiglie e bambini ispirata al primo film di animazione di Netflix, Klaus, dove sarà possibile scattare selfie in compagnia dei personaggi Jesper e Klaus. E dal 9 dicembre i più piccoli possono anche inviare letterine per Babbo Natale, visto che sarà pronto per l’occasione un ufficio postale un po’ speciale. L’abete di tipo Abies Nordmanniana, spicca come da tradizione davanti all’Altare della Patria. Qui sarà inaugurato domenica sera dalla sindaca Virginia Raggi che già ieri annunciava: «Spelacchio is back L’albero di Natale di Roma, il più famoso del mondo, è tornato».