Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2018  settembre 14 Venerdì calendario


Chiara Ferragni si sposa con Giglio Group, boom in Borsa

Chiara Ferragni batte pure Mario Draghi. Ieri, giorno di riunione in Bce, gli operatori hanno trascurato le indicazioni (scontate, per la verità) in arrivo dalla Bce per far shopping di titoli di Giglio Group, schizzati su del 14,33%. La spiegazione del boom sta nell’intesa tra la regina dei blogger e la piattaforma di e-Commerce creata da Alessandro Giglio che, per giunta, ha annunciato ieri due altre intese per arricchire la sua offerta fashion. Ma la copertina spetta di sicuro allo sbarco in Borsa di “The Blonde Salad”, la piattaforma di lifestyle fondata da Chiara Ferragni nel 2009, da ieri inserita nell’offerta di iBox Digital, la controllata di Giglio che svilupperà e gestirà a livello globale tutti gli aspetti del portale, dalla strategia digitale fino alla consegna della merce a domicilio. E pure in Borsa la fresca sposa di Fedez ha confermato di avere un tocco magico: Giglio group, prima dell’exploit di ieri, era un titolo appassito, in calo del 57% da inizio anno. Ma, complice la risonanza delle nozze dell’imprenditrice con l’autore di ‘Comunisti col Rolex’, ieri Giglio group ha preso il volo. Dietro l’exploit, del resto, ci sono numeri eloquenti. Chiara Ferragni domina la classifica delle star che fanno marketing su Instagram, con più di 500mila followers. Un dato impressionante ma che non tiene conto di altre metriche, vedi la capacità di generare interazioni (like e commenti) e di conquistare ogni mese nuovi seguaci. L’accordo con iBox Digital consentirà di scaricare tanta potenza mediatica in shopping, a vantaggio dei clienti della geniale e vulcanica Chiara che, di suo, ha dichiarato: «Nell’ultimo anno i cambiamenti di strategia digitale, prodotto e immagine hanno fatto correre vendite e utenti, per questo oggi ci serve un partner che sarà capace di stare dietro alla nostra corsa». Idee chiare che hanno convinto gli operatori più austeri. Il matrimonio celebrato dai Ferragnez al Comune di Noto ha mosso cifre degne delle teste più coronate. L’evento Theferragnez, grazie ai 67 milioni di interazioni dei post legati a matrimonio, avrebbe creato – secondo le valutazioni dell’algoritmo messo a punto da Launchmetrics- un Media Impact Value di 36 milioni di dollari grazi a sponsor come Dior, Lancome e Prada. Giglio, intanto, non si accontenta della Blonde Salad. «Siamo felici – ha detto Alessandro Giglio, presidente e amministratore delegato della società da qualche mese promossa in Piazza Affari dall’Aim allo Star – di annunciare altre tre partnership significative, le prime di una serie che verranno annunciate nelle prossime settimane secondo il piano di crescita che abbiamo messo a punto e che confermiamo con convinzione». Le operazioni riguardano due altri marchi. Innanzitutto gli accessori esclusivi in pelle ‘Tosca Blu’ nati a Bergamo nel 1998 dall’esperienza di Giacomo Ronzoni.Seguono gli orologi Bomberg, una società svizzera attiva dal 2012.