Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 1916  marzo 19 Domenica calendario


Il generale Settimio Piacentini comandante delle truppe italiane in Albania

L’Agenzia Stefani il 7 marzo ha annunziato che «con recente determinazione del Comando Supremo. al quale il R. Decreto 28 febbraio scorso – del quale facemmo cenno nel nostro numero del 5 marzo – affidava l’alta direzione delle operazioni militari in Albania, il tenete generale Settimio Piacentini venne nominato comandante del corpo speciale in Albania.
La designazione di un ufficiale di grado superiore e la costituzione su più divisioni delle forze colà distaccate sono in relazione all’ importanza militare assunta dal nostro possesso di Valona. Il generale Piacentini il 7 era già sbarcato a Valona ed aveva già assunto il comando affidatogli.
Il tenente generale Settimio Piacentini ha 57 anni. È nato a Rieti nel gennaio 1859. È stato per qualche tempo capo di una direzione generale al Ministero della guerra; prima dell’apertura delle ostilità contro l’Austria aveva il comando della X Divisione (Napoli); fu poi promosso al comando di un corpo d’armata.
Il generale Emilio Bertotti, che gli è inferiore di grado e di anzianità – e del quale l’Illustrazione nel numero del 5 marzo pubblicò il ritratto – ha tenuto il comando del corpo di spedizione finché questo aveva un effettivo minore assai del presente: ora il generale Bertotti è passato ad altro comando dopo la formazione del corpo d’Albania in più divisioni.