Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2013  febbraio 28 Giovedì calendario


L’Ue congeda Monti: «Avanti con le riforme»

•  A Bruxelles ieri il premier uscente Mario Monti ha incontrato il presidente della Commissione europea José Manuel Barroso, che ha espresso «piena fiducia sul fatto che l’Italia, una delle più grandi economie d’Europa e del mondo, garantirà le condizioni di stabilità politica nell’interesse nazionale e dell’Europa». Scrive Zatterin sulla Sta: «Nelle ore che hanno preceduto l’incontro, le fonti ufficiali di governo e Commissione hanno lavorato per normalizzare l’evento. Il premier, è stato spiegato, s’era impegnato a partecipare al convegno organizzato oggi dal commissario alla concorrenza Almunia. Con la scusa, ha chiesto di vedere Barroso e il presidente del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy (stamane alle 11,15). Aveva ragioni formali da vendere. Fra due settimane a Bruxelles si tiene il vertice europeo dedicato all’economia. Si parla di crescita. L’Italia non può che essere interessata».