Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2012  giugno 01 Venerdì calendario


Biografia di Basilio Rizzo

• Milano 24 novembre 1946. Politico. Presidente del Consiglio comunale di Milano (Sinistra per Pisapia – Federazione della sinistra).
• «Primo segno di attivismo politico al liceo: intorno al 1965 raccoglie firme per intitolare l’istituto ad Albert Einstein, “ebreo e pacifista”. Nel 1968 studia Fisica, partecipa al Movimento studentesco di Scienze e spesso dà una mano agli operai della Innocenti che picchettano la fabbrica. Fa i conti con l’invasione sovietica in Cecoslovacchia e l’illiberalità di quel comunismo. Passa attraverso i Cub. Avanguardia operaia, Democrazia proletaria. Con Dp entra nel consiglio comunale di Milano nell’83. Ci resta passando ai Verdi Arcobaleno e ai Verdi. Negli anni Ottanta è la bestia nera delle giunte rosse craxiane che governano Milano: le sue denunce, accompagnate da documentati dossier, anticipano il bubbone di Tangentopoli» (Diario).
• «Veterano della politica milanese è Basilio Rizzo dal Giambellino, quartiere cantato da Giorgio Gaber nella Ballata del Cerutti. Eletto per la prima volta nel 1983 con Democrazia proletaria, una vita nell’estrema sinistra, riconfermato per trent’anni filati. Pisapia, nel 2011, ha scelto Rizzo per lo scranno più alto del Consiglio comunale: la presidenza. Sulla scrivania della sua elegante stanza a palazzo Marino campeggia una borraccia d’alluminio: “Prendiamo l’acqua dal boccione, per risparmiare” sorride. Poi l’analisi autoassolutoria: “Abbiamo aspettato vent’anni per governare, ma un momento peggiore non poteva capitare. Lo Stato ci ha massacrato, altro purtroppo non potevamo fare”» (Antonio Rossitto) [Pan 19/9/2013].
• Sposato con Marta, due figli: Lorenzo e Cecilia, studenti universitari.