Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2012  maggio 31 Giovedì calendario


Biografia di Luigi Li Gotti

• Mesoraca (Crotone) 23 maggio 1947. Avvocato. Legale di alcuni storici pentiti di mafia come Tommaso Buscetta e Giovanni Brusca. Politico. Nel 2008 eletto al Senato con l’Idv cui approdò nel 2003, dopo aver militato in Msi e An. Sottosegretario alla Giustizia nel Prodi II (2006-2008), imbarazzo quando il ministro Mastella concesse la grazia a Ovidio Bompressi: lui aveva rappresentato nei vari processi la famiglia Calabresi, il collega d’incarico Manconi (ex di Lotta continua) era stato tra i più feroci contestatori delle sentenze.
• Tra i sei senatori contrari alla riforma del reato di diffamazione a mezzo stampa per cui era stato condannato Alessandro Sallusti.
• Votò contro, un no determinante, l’autorizzazione a procedere per diffamazione contro Paolo Guzzanti [Cds 28/1/2009].
• «Quando, nel gennaio del 2009, Renato Schifani difese in Aula Giorgio Napolitano dalle accuse di “silenzio mafioso”, pronunciate da Antonio Di Pietro, l’Idv Luigi Li Gotti fu l’unico ad alzarsi e ad applaudire» (Alessandro Trocino) [Cds 7/3/2010].
• Giuliano Amato, da lui incalzato sulla trattativa Stato-mafia, lo paragonò al protagonista delle purghe staliniane, Mikhail Suslov.
• Ha impersonato il marchese Casati Stampa in una rappresentazione teatrale del processo per l’omicidio dell’amante, nel ciclo “Processi alla Storia” [Cds 6/5/2013].
• Sposato, due figli.