Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2012  maggio 28 Lunedì calendario


Biografia di Giulietto Chiesa

• Acqui Terme (Alessandria) 4 settembre 1940. Giornalista. Funzionario del Pci di Genova fino al 1979, quando entrò all’Unità. L’anno successivo fu nominato corrispondente da Mosca, incarico che mantenne anche alla Stampa, dal 1990 al 2000. Rimase poi al quotidiano torinese come editorialista, mentre collaborava con numerose testate italiane, russe e americane. Ha lavorato anche per Tg5, Tg1 e Tg3 e per diverse emittenti straniere. Eletto come indipendente nella lista Di Pietro-Occhetto alle europee del 2004, la separazione dall’ex pm fu condita da insulti e accuse («non ho mai dubitato che il signor Antonio Di Pietro volesse tenersi il malloppo» ecc.). Esperto di globalizzazione e informazione, è autore di numerosi saggi, tra cui Cronache Marxziane (Fazi), Afghanistan anno zero (Guerini & Associati), G8-Genova (Einaudi), Russia addio (Editori Riuniti), Cronaca del golpe rosso (Baldini & Castoldi), La rivoluzione di Gorbaciov (Garzanti), Barack Obush (Ponte alle Grazie). Da ultimo Invece della catastrofe (Piemme 2013). [Giulietochiesa.it]. Cura un blog sul Fatto e uno sul Globalist oltre al suo sito Giuliettochiesa.it.
• Tra i più convinti sostenitori della teoria del complotto riguardo agli eventi dell’11 settembre 2001 (in particolare per quanto riguarda l’aereo caduto sul Pentagono), è autore dell’inchiesta Zero da cui Francesco Trento e Franco Fracassi hanno tratto un documentario presentato nel 2007 alla Festa del Cinema di Roma: «La gente crede di aver visto tutto con i propri occhi, in realtà non ha visto niente, da quel momento è dimostrato che siamo a pieno titolo nell’epoca della falsificazione delle immagini». Attaccatissimo per questo dal Foglio secondo il quale è un inviato «in ghingheri» che «gira per gli studi televisivi a raccontarci che la realtà sotto i nostri occhi non è quella giusta, che c’è una surrealtà di cui solo lui, l’esperto, è in possesso».
• Alle Europee del 2009 tentò di farsi eleggere in Lettonia. Andò male. Nel 2010 ha fondato il movimento politico culturale Alternativa politica.   
• Nel 2012 sostiene la candidatura di Giancarlo Cancelleri, del Movimento 5 Stelle, alla presidenza della Regione Sicilia.
• Sposato, un figlio, Lorenzo. Nel tempo libero gioca a tennis.