Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2011  ottobre 22 Sabato calendario


Giuseppe Saracco

Bistagno d’Acqui (AL), 9 ottobre 1821 - 19 gennaio 1907. Avvocato, competente in materie finanziarie, economiche e amministrative, fu grande oratore; eletto deputato nel ’51 come esponente della destra, passò successivamente alla sinistra liberale tra i seguaci di Rattazzi; segretario generale ai lavori pubblici (1862) nel I Rattazzi e poi alle finanze (1864-1866) con il gen. La Marmora, nominato senatore nel 1865, dopo un tentativo fallito di formare un nuovo governo nel Marzo 1887, fu ministro dei lavori pubblici (1887-1889 e 1894-1896) nell’ultimo governo Depretis e nei I, II e IV Crispi; presidente del Senato (1898-1904), succedette al gen. Pelloux come capo del governo (1900-1901), presiedendo quasi ottantenne un gabinetto di "salute pubblica"; fu soprattutto un amministratore, tanto che si disse di lui che "gli importava più l’equilibrio del bilancio che I’equilibrio del Mediterraneo". [Figura 1998]