Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 1935  marzo 17 Domenica calendario


Gepin Olmo vince la Milano-Sanremo

• Giuseppe “Gepin” Olmo vince la 28ª edizione della Milano-Sanremo. Partenza alle 7.45, il grande favorito è Learco Guerra, che nel ’34 ha vinto Giro d’Italia, Giro di Lombardia e campionato italiano, mentre Alfredo Binda è dato ormai per finito. In vetta al Turchino (premio di 500 lire) passa per primo Faustino Montesi, tutti i big gli sono nella scia con l’eccezione di Binda, che vittima del freddo si è già ritirato. Caduto sulle rotaie del tram a Voltri, Guerra resta tramortito per un paio di minuti, riparte ma le sue chance di vittoria sembrano ormai compromesse. A Savona la “locomotiva umana” ha un ritardo di 4’13”, ma a Finale, dopo un accanito inseguimento, rientra clamorosamente nel gruppo di testa, di cui fanno parte anche il belga Joseph Demuysere, primo a Sanremo nel ’34, e Olmo. Sui Capi si scatena il giovane debuttante Gino Bartali: scattato sul Cervo, è ripreso da Guerra; ripartito sul Mele, in vetta al Berta, quando mancano 21 km all’arrivo, il suo vantaggio sfiora il minuto, a Imperia è salito a 1’31”. A Riva Ligure, una decina di chilometri al traguardo, il sorprendente toscano è raggiunto da Guerra, Olmo e Mario Cipriani. In Corso Cavallotti decide uno sprint a quattro: vince Olmo, secondo è Guerra, terzo Cipriani, quarto l’esausto Bartali (che si consola con il premio di 500 lire destinato al “movimentatore della giornata”). [Delfino-De Marco-Pietrucci 2009]