Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 1870  settembre 20 calendario


Si temono violenze contro il Papa

Ore 19-20. Un informatore rivela alle autorità della Santa Sede che i patrioti italiani stanno organizzando una violenta azione contro il pontefice. Il papa e il cardinale Giacomo Antonelli, segretario di Stato, prendono in esame le eventuali contromosse del Vaticano. Intanto in via del Corso è un tripudio di bandiere tricolori e fiaccolate. Commenta amareggiato lo zuavo pontificio Michele Barsotti: «Nelle botteghe sul Corso sono stati spezzati i ritratti di Pio IX. Nello stesso tempo i “patrioti”, portando fasci di bandiere tricolori, si sono presentati alle case col pugnale alla mano, e hanno ordinato di metterle fuori dalle finestre. Quindi hanno fatto sapere che questa sera “si deve” fare l’illuminazione. E se qualcuno ha cercato di mostrarsi indipendente ha ricevuto insulti, minacce e sassate alle finestre». [Antonio Di Pierro]Il cardinale Giacomo Antonelli, segretario di Stato di Pio IX