Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2013  settembre 08 Domenica calendario


«Preferisco il cunnilingus rispetto alla fellatio, perché è un atto di amore, l’apoteosi della dedizione, una dedizione quasi servile»

«Preferisco il cunnilingus rispetto alla fellatio, perché è un atto di amore, l’apoteosi della dedizione, una dedizione quasi servile». Così Mario Tozzi, conduttore di La7, si confessa alla Zanzara su Radio 24. «Amo il cunnilingus mentre la fellatio non mi appassiona particolarmente - prosegue Tozzi - anche perché non ci sono così tante donne abili a farla. Io ne avrò conosciuta una sola veramente brava, eppure posso dire che ho frequentato un bel po’ di donne». «Del resto - conclude Tozzi - anche nel cunnilingus ci vuole abilità e io mi ritengo abile, anzi le donne che ho frequentato mi hanno detto che ci so fare». «Mi sono fatto le canne per un sacco di tempo e non fanno più male di una ubriacatura». «Ho visto reazioni più violente a una ubriacatura che a un eccesso di erba o di hashish - prosegue Tozzi - la cannabis si usa da tempi immemori anche con scopo terapeutico e non è pericolosa. Ho provato anche la cocaina ma non mi ha particolarmente appassionato».