Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2010  maggio 17 Lunedì calendario


FRAMMENTO DEI FRAMMENTI CHE RISPONDONO ALLA VOCE "CARESSA

Fabio"

2010
• Fornelli. Come Benedetta Parodi ha scoperto la passione per i fornelli: «Ai tempi dell’università vivevo con alcune amiche e cucinavo per sopravvivere. Se ci penso tutto è cominciato quando sono andata a vivere con Fabio (Caressa, gionalista di Sky, ndr). C’era un progetto di vita e da allora ho preparato tantissime cene per amici e famiglia».
Fonte: Guja Visigalli, Panorama 25/03/2010

• Texas Hold’em. «Ho conosciuto giocatori compulsivi che sono riusciti a mitigare la loro forma patologica di amore per le carte - ha affermato Fabio Caressa, telecronista ed esperto di poker - e lo hanno fatto proprio attraverso tornei di Texas Hold’em».
Fonte: Domenico Ferrara, Il Giornale 04/02/2010

• Gene Gnocchi: «Le introduzioni di Fabio Caressa non paiono esaltanti. «Sono scritte sotto effetto di pesanti funghi allucinogeni. La ricetta viene dalla lettura al contrario dei libri di Benedetta Parodi, moglie di Caressa. Come le canzoni dei Beatles, che se ascoltate all’inverso contenevano messaggi satanici».
Fonte: Andrea Scanzi, La Stampa 26/1/2010, pagina 37

2009
• Trivelaaa. Il bravo telecronista Caressa fomentava la curiosità, intuendo il gesto e gridando ”trivelaaaa”: parola che sapeva di magìa. In realtà si trattava di un normale cross, effettuato con l’esterno del piede. Non ha prodotto nulla.
Fonte: Candido Cannavò, ”La Gazzetta dello Sport” 4/2/2009
Sky è stata la prima a cre­derci nel 2007 con la Notte del Po­ker, seguita da tante altre trasmis­sioni fino alla prossima «Poke­rweb », con la voce del calcio Fabio Caressa
Fonte: Lorenzo Salvia, Corriere della Sera 03/06/2009

• Filgi. Benedetta Parodi sarebbe in attesa del terzo figlio dal marito Fabio Caressa.
Fonte: Novella 2000, n. 6, 05/02/2009, p. 32

• Kakà. Fabio Caressa e il contratto di Kakà con il Manchester City: «Pensate che i soldi siano poco nella vita? Prendete due biglietti da cinquanta euro, accostateli per il lungo, metteteli per terra, per arrivare ai soldi che il City sborsa per Kakà bisogna stendere biglietti per 180 km. Adesso i soldi vi sembrano un’altra cosa?».
Fonte: (Antonio Dipollina, la Repubblica 19/1/2009)

2008
• Doppiaggio. «L’Italia è il Paese che amo», disse il presidente Murdoch doppiato dal telecronista Caressa
Fonte: Massimo Gramellini, La Stampa 3/12/2008

• Fede. «Se da noi il calcio è una religione, il suo racconto deve sembrare una preghiera». (Le telecronache secondo Fabio Caressa)
Fonte: "La Stampa" 24/6/2008;

• Toni. «I suoi errori sono figli di una certa frenesia. Ogni tanto, quando tira, Toni sembra volersi liberare in fretta del pallone, quasi scottasse». (Caressa)
Fonte: Fabio Caressa, "La Gazzetta dello Sport" 20/6/2008;

• Bamboccioni. « l’Europeo dei giovani. I grandi protagonisti sono Ronaldo (23 anni), Modric (22), Van Persie (24), Torres (24), Podolsky (23). Ma è l’Europeo degli altri. Nella nostra prima formazione titolare il giovane era Barzagli, 27 anni. Siamo la seconda nazionale più vecchia, nettamente la prima per ultratrentenni. In Italia creiamo bamboccioni pure nel calcio: a 40 anni lasciamo casa, a 25 le panchine». (Fabio Caressa)
Fonte: Fabio Caressa, "La Gazzetta dello Sport" 16/6/2008;

• Poker. DE GRANDIS Stefano. Giornalista tv. Di Sky. Spesso in coppia con Fabio Caressa, col quale condivide la passione per il poker.
Fonte: Maurizio Crosetti, ”la Repubblica” 26/4/2008

2007
• Falli. «Se giudichiamo pericoloso il fallo commesso da Nedved a me dovevano arrestare ad ogni partita... [...] Anche Caressa e Bergomi durante la cronaca in tv non si sono certo scandalizzati, le polemiche sono nate dopo che si è saputo del grave infortunio». (Il caso Figo secondo Pasquale Bruno detto ”O’ animale”)
Fonte: Alessandro Baretti, "Tuttosport" 7/11/2007;

• Sensazioni. «M’hanno istruito a dare le sensazioni. Non me tengo niente. Sono l’ultimo della grande generazione di telecronisti. Paolo Rosi, il più moderno degli antichi, l’eleganza di Giubilo nell’ippica, il ritmo di Adriano Dezan, i tempi televisivi di Nando Martellini. Di quelli di oggi c’è Fabio Caressa, un po’ troppo colorato, però la sensazione me la da». (I telecronisti sportivi secondo Galeazzi)
Fonte: Giancarlo Dotto, "La Stampa" 24/9/2007;

• Texas Hold’em /2. «Il gioco ha un fascino particolare: se lei diventa appassionato, poi appena appena esperto, in teoria a quel punto può sfidare i migliori del mondo. Una volta su cinque può anche vincere». (Il poker Texas Hold’em spiegato da Caressa)
Fonte: A. Dip., ”la Repubblica” 16/1/2007;

2006
• Sale. «Quel socialdemocratico di Fabio Caressa, invece, sa bene che il paragone tra il marxismo e il 4-4-2 abbisognerebbe di analisi più approfondite, e si concede forme di intrattenimento più popolare. Per esempio in Cagliari-Palermo ha segnato Pepe al novantesimo, ma il momento clou è stato pochi minuti prima: cross da destra di un rossoblu e il medesimo attaccante che salta di testa a cercare il pallone. Caressa urla con decisione: «Sale Pepe!». Poi ammutolisce e ammicca a Bergomi: «Beh, Sale Pepe non è malissimo». Bergomi si produce in una sorta di mugugno d´assenso.
Fonte: Antonio Dipollina, Repubblica 20/11/2006

• Reclame. C’è pubblicità occulta nel calcio? «Secondo te perché le telecamere indugiano sul pallone quando c’è il rinvio?» (Fabio Caressa a Claudio Sabelli Fioretti).
Fonte: Claudio Sabelli Fioretti, Magazina, 16/11/2006

2005
• Accenti. «Vieira in realtà bisognerebbe pronunciarlo con l’accento sulla e» (Caressa).
Fonte: ”La Gazzetta dello Sport” 3/10/2005;

• Bonolis. Dice che il suo telecronista preferito è Scarpini, «non perché sia di Inter channel, ma fa la telecronaca come non si fa più e poi Caressa di Sky: danno voce a quello che gli occhi vedono. Odio le telecronache che vagabondano».
Fonte: Silvia Fumarola, ”la Repubblica” 28/8/2005