Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2010  marzo 27 Sabato calendario


FRAMMENTO DEI FRAMMENTI CHE RISPONDONO ALLA VOCE "BENTIVEGNA, ROSARIO"


Gli incubi di via Rasella e quelli conseguenti delle Fosse Ardeatine sessantuno anni dopo trovano ossessivamente spazio nei pochi sopravvissuti, nei libri, nelle cerimonie, nei dibattiti pubblici, persino nei tribunali, ma non in via Rasella. […] Però ogni anno, ogni 24 marzo, l’incubo ritorna. E’ l’incubo dei 335 ostaggi italiani abbattuti per ritorsione dai tedeschi alle Ardeatine il giorno successivo via Rasella. […] L’incubo dei processi alla storia, a Rosario Bentivegna e a Erich Priebke - cioè a via Rasella e alle Ardeatine - per stabilire con certezza togata se la prima fu azione di guerra o terrorismo, la seconda reazione legittima o crimine contro l’umanità. Assolto Bentivegna, condannato Priebke, ma che illusione supporre che il diritto potesse dirimere. […].

Mattia Feltri, La Stampa 31/03/2005, pag.23