Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2005  aprile 28 Giovedì calendario


"Le baiser de l’Hôtel de Ville", forse la più nota fotografia di Robert Doisneau: scattata cinquantacinque anni fa a Parigi, ritrae una giovane e bella coppia sorpresa a baciarsi in mezzo alla folla

"Le baiser de l’Hôtel de Ville", forse la più nota fotografia di Robert Doisneau: scattata cinquantacinque anni fa a Parigi, ritrae una giovane e bella coppia sorpresa a baciarsi in mezzo alla folla. Doisneau aveva ricevuto l’incarico dal settimanale "Life" di fare un reportage sugli innamorati di Parigi. Non volendo fotografare degli sconosciuti, pensò prima a coppie di amici, poi a studenti di scuole di teatro. "Le baiser de l’Hôtel de Ville" è una falsa foto rubata, ma quelli che si baciano sono due veri amanti. Gli allora ventenni Françoise Dalebart e Jacques Carteaud, aspiranti attori, amoreggiavano al caffè Villars quando il fotografo li vide e chiese loro di posare per l’immagine. Nel corso del tempo la foto fu stampata in 500 mila copie, l’amore tra i due giovani invece durò un anno. Lei poi si sposò col regista Alain Bornet e diventò attrice di secondo piano: qualche particina con Jean Gabin e Pierre Brasseur, poi 1.500 cortometraggi diretti dal marito in cui illustrava 1.500 ricette della cucina francese. Jacques Carteaud non ebbe neppure quello e finì a fare il contadino come suo padre: nel 1993 vide per caso la vecchia foto alla televisione e quindi scrisse una tenera lettera all’ex ragazza in cui diceva di non averla mai dimenticata.