Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2003  ottobre 11 Sabato calendario


Jabirù (Jabiru mycteria). la più grande cicogna del mondo. Arriva a un metro e 40 centimetri. Pesa 8 chili

Jabirù (Jabiru mycteria). la più grande cicogna del mondo. Arriva a un metro e 40 centimetri. Pesa 8 chili. Tutta bianca, testa nera e collare rosso sotto al collo. Vive dal Centro a buona parte del Sudamerica in ambienti aperti paludosi, stagni e lagune. Mangia persino piccoli di caimano, ma soprattutto pesci. Nidifica in colonia anche con altre cicogne, spesso sulla cima di grandi palme isolate. una specie in grave pericolo di estinzione. Cicogna del senegal (Ephippiorhynchus senegalensis). considerata se non la più bella almeno la più elegante al mondo. Caratteristica è la fascia nera sul becco rosso fiamma. Vive in Africa, dal Sud del Sahara in giù, tranne la punta del Sudafrica. Ali molto grandi, un metro e 50 di altezza, 6 chili di peso. Non è in pericolo di estinzione ma non è neppure comune. Cicogna dei boschi (Mycteria americana). tipica di ambienti palustri, foreste a galleria lungo i fiumi, di cipresso calvo, di mangrovie. Vive in colonia dal Sud degli Usa fino al Nord dell’Argentina. Nidifica da novembre ad agosto, depone 3 uova che schiudono dopo un mese. In Usa è considerata specie in pericolo. La più grande colonia si trova nel delta di Usumacinta, nel sudest del Messico. Anastomo indiano (Anastomus oscitans). Caratteristica di questa piccola cicogna indiana è il becco che, una volta chiuso, presenta una netta apertura centrale. In volo è simile alla cicogna bianca europea, ma più piccola. Vive soprattutto in India, in Sri Lanka e in Indocina. Specialista nel mangiare lumache senza rompere il guscio. Nidifica su alberi in colonie. Non è in pericolo di estinzione. Anastomo africano (Anastomus lamelligerus). Come il cugino indiano ha la parte centrale del becco aperta. Vive lungo i fiumi e le paludi e si ciba soprattutto di lumache e di mitili d’acqua dolce. Nidifica su alberi in colonie e depone non più di 4-5 uova. Non è in pericolo. La colonia più numerosa è in Tanzania. Esiste una sottospecie endemica del Madagascar.