Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 1998  agosto 03 Lunedì calendario


«Lo sviluppo industriale e le lotte dei lavoratori favoriscono i progressi economici: il reddito pro capite aumenta nel periodo giolittiano del 36%, mentre l’indice dei salari reali passa da 79,4 nel 1901 a 100 nel 1913

«Lo sviluppo industriale e le lotte dei lavoratori favoriscono i progressi economici: il reddito pro capite aumenta nel periodo giolittiano del 36%, mentre l’indice dei salari reali passa da 79,4 nel 1901 a 100 nel 1913. Nel complesso il reddito nazionale cresce dal 1895 al 1911 del 50%. Le condizioni dei lavoratori rimangono comunque difficili: un operaio specializzato guadagna 3-4 lire al giorno, una donna non supera 1 lira e mezza, mentre il salario di un minore non raggiunge la lira.