Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2000  agosto 12 Sabato calendario


Vodka. La Kristall, fondata nel 1901, sede a Mosca nei pressi del carcere di Lefortovo. Produce la vodka Moskovskaya, la Stolychnaya etichetta nera e la pregiata Yurij Dolgorukij (il principe brigante fondatore di Mosca, bottiglia smerigliata con ovale lucido al centro che fa da lente d’ingrandimento a una miniatura della cattedrale di San Basilio: 288 rubli, 22 mila lire circa la bottiglia)

Vodka. La Kristall, fondata nel 1901, sede a Mosca nei pressi del carcere di Lefortovo. Produce la vodka Moskovskaya, la Stolychnaya etichetta nera e la pregiata Yurij Dolgorukij (il principe brigante fondatore di Mosca, bottiglia smerigliata con ovale lucido al centro che fa da lente d’ingrandimento a una miniatura della cattedrale di San Basilio: 288 rubli, 22 mila lire circa la bottiglia). Gli affari vanno benissimo: 500 mila bottiglie da mezzo litro al giorno (55 rubli, 4.200 lire circa l’una). Lo scorso 26 maggio un gruppo di azionisti ha chiesto il licenziamento dell’amministratore delegato Evgenij Ermilov, da sostituirsi con l’ex manager petrolifero Aleksandr Romanov. Si è scatenato un putiferio: Ermilov è finito in ospedale con un infarto, ma prima ha nominato un sostituto. Bande armate assoldate dai due gruppi di azionisti si sono scontrate ai cancelli dello stabilimento, mentre picchetti di dipendenti fedeli al vecchi amministratore presidiavano la fabbrica. Il nuovo manager, però, approfittando di una compiacente verifica fiscale della finanza, è riuscito a entrare e a occupare la direzione. Quando i suoi avversari se ne sono accorti, hanno trovato a difenderlo cinquanta uomini armati. La disputa è ancora in corso.