Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2001  luglio 15 Domenica calendario


«Maria Rosa De Gasperi, figlia dello statista, ha raccontato la storia del cognome paterno che fu sempre accompagnato dal dilemma: De Gasperi staccato o Degasperi tutto unito? Secondo il Dizionario dei cognomi italiani di Emidio De Felice (Mondadori, 1978), va rilevato anzitutto che la base è il nome Gaspare, uno dei tre Re Magi

«Maria Rosa De Gasperi, figlia dello statista, ha raccontato la storia del cognome paterno che fu sempre accompagnato dal dilemma: De Gasperi staccato o Degasperi tutto unito? Secondo il Dizionario dei cognomi italiani di Emidio De Felice (Mondadori, 1978), va rilevato anzitutto che la base è il nome Gaspare, uno dei tre Re Magi. Tra le moltissime varianti, il De Felice registra sia De Gasperi che Degasperi, segnalando il Trentino come luogo d’origine di questo cognome. Altro esempio di cognome staccato o unito si trova fra le varianti del cognome Benedetti: Aldo De Benedetti, il brillante commediografo autore di "Due dozzine di rose scarlatte", l’industriale e finanziere Carlo De Benedetti, ma Giacomo Debenedetti, l’indimenticabile maestro della critica letteraria. Nessun dilemma, invece, per De Agostini, il geografo di nome Giovanni che fondò nel 1901 l’Istituto geografico De Agostini. Stessa situazione per De Amicis, con una sola possibilità di alternativa in De Amici: ma l’Edmondo di "Cuore" rimane solitario con la sua "s" finale. Affollatissimo il cognome De Sanctis: si comincia con Francesco, l’architetto che costruì la scalinata di Trinità dei Monti; si prosegue con l’altro Francesco, storico della letteratura, con Gaetano, storico dell’antichità classica, e con Sante, psichiatra allievo di Lombroso. Soltanto per il regista di "Riso amaro", Giuseppe, c’è un piccolo ritocco: De Sanctis perde la "c" e diventa De Santis. Piccola sorpresa finale e probabile soluzione del dilemma iniziale. La copertina del Dizionario cui ci siamo riferiti è illustrata dalla riproduzione delle firme autografe di alcuni personaggi celebri: Manzoni, Garibaldi, D’Annunzio, Pirandello, Guttuso. C’è anche Degasperi, scritto così, tutto unito» (Giulio Nascimbeni).