Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 12 Martedì calendario

Pierino Gabetti

Sestri Ponente (Genova) 22 maggio 1904 – Genova 28 febbraio 1971. Sollevatore di pesi. Alle Olimpiadi di Parigi (1924) vinse la medaglia d’oro della categoria pesi piuma: 65 kg nello strappo a un braccio, 77,5 nello slancio a un braccio, 72,5 nella distensione a due braccia, 82,5 nello strappo a due braccia, 105,0 nello slancio a due braccia, con un totale di 402,5 kg sconfisse l’austriaco Andreas Stadler (385 kg). Dopo che nel 1927 aveva stabilito il record mondiale dello strappo a due braccia (92,5 kg), alle Olimpiadi di Amsterdam (1928) dovette accontentarsi della medaglia d’argento: gara solo con prove a due braccia, 80 kg nella distensione, 90 nello strappo e 112,5 nello slancio, con un totale di 182,5 kg fu battuto solo dall’austriaco Franz Andrysek (287.5). Dal 1955 al 1961 fu commissario tecnico della nazionale.

Biografia di Pierino Gabetti

Sestri Ponente (Genova) 22 maggio 1904 – Genova 28 febbraio 1971. Sollevatore di pesi. Alle Olimpiadi di Parigi (1924) vinse la medaglia d’oro della categoria pesi piuma: 65 kg nello strappo a un braccio, 77,5 nello slancio a un braccio, 72,5 nella distensione a due braccia, 82,5 nello strappo a due braccia, 105,0 nello slancio a due braccia, con un totale di 402,5 kg sconfisse l’austriaco Andreas Stadler (385 kg). Dopo che nel 1927 aveva stabilito il record mondiale dello strappo a due braccia (92,5 kg), alle Olimpiadi di Amsterdam (1928) dovette accontentarsi della medaglia d’argento: gara solo con prove a due braccia, 80 kg nella distensione, 90 nello strappo e 112,5 nello slancio, con un totale di 182,5 kg fu battuto solo dall’austriaco Franz Andrysek (287.5). Dal 1955 al 1961 fu commissario tecnico della nazionale.