Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2018  maggio 23 Mercoledì calendario

In Italia

Il Presidente della Repubblica è Sergio Mattarella
Il Presidente del Senato è Maria Elisabetta Alberti Casellati
Il Presidente della Camera è Roberto Fico
Il Presidente del Consiglio è Paolo Gentiloni
Il Ministro dell’ Interno è Marco Minniti
Il Ministro degli Affari Esteri è Angelino Alfano
Il Ministro della Giustizia è Andrea Orlando
Il Ministro dell’ Economia e delle Finanze è Pier Carlo Padoan
Il Ministro di Istruzione, università e ricerca è Valeria Fedeli
Il Ministro del Lavoro e delle politiche sociali è Giuliano Poletti
Il Ministro della Difesa è Roberta Pinotti
Il Ministro dello Sviluppo economico è Carlo Calenda
Il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali è Paolo Gentiloni (interim)
Il Ministro di Infrastrutture e trasporti è Graziano Delrio
Il Ministro della Salute è Beatrice Lorenzin
Il Ministro di Beni e attività culturali e turismo è Dario Franceschini
Il Ministro dell’ Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare è Gian Luca Galletti
Il Ministro per l Semplificazione e la Pubblica Amministrazione è Marianna Madia (senza portafoglio)
Il Ministro dei Rapporti con il Parlamento è Anna Finocchiaro (senza portafoglio)
Il Ministro dello Sport è Luca Lotti (senza portafoglio)
Il Ministro della Coesione territoriale e Mezzogiorno è Claudio De Vincenti (senza portafoglio)
Il Governatore della Banca d’Italia è Ignazio Visco
Il Presidente della Fiat è John Elkann
L’ Amministratore delegato della Fiat è Sergio Marchionne
Il Segretario Generale del Partito Marxista-Leninista (PMLI) è Giovanni Scuderi
Il Presidente della Federazione dei Verdi è Angelo Bonelli
Il Segretario Nazionale dell’ Italia dei Valori è Ignazio Messina
Il Presidente del Partito dei Comunisti d’Italia (PCd'I) è Manuela Palermi
Il Segretario Nazionale del Partito dei Comunisti d’Italia (PCd'I) è Cesare Procaccini
Il Presidente dell’ Unione dei Democratici Cristiani e di Centro (UDC) è Gianpiero D’Alia
Il Segretario Nazionale dell’ Unione dei Democratici Cristiani e di Centro (UDC) è Lorenzo Cesa
Il Segretario Nazionale della Rinascita Popolare-Rifondazione DC è Publio Fiori
Il Segretario Nazionale del Partito Democratico (PD) è Matteo Renzi
Il Portavoce del Partito Comunista dei Lavoratori è Marco Ferrando
Il Presidente dell’ Alleanza per l’Italia (Api) è Francesco Rutelli
Il Presidente Nazionale di Sinistra Ecologia e Libertà (SEL) è Nichi Vendola
Il Presidente della Democrazia Cristiana Unificata è Carlo Senaldi
Il Segretario Politico Nazionale della Democrazia Cristiana Unificata è Angelo Sandri
Il Segretario Generale del Partito Comunista è Marco Rizzo

Nel mondo

Il Papa è Francesco I
Il Presidente degli Stati Uniti d’America è Donald Trump
Il Presidente del Federal Reserve System è Janet Yellen
Il Presidente della BCE è Mario Draghi
Il Presidente della Federazione russa è Vladimir Putin
Il Presidente del Governo della Federazione russa è Dmitrij Medvedev
Il Presidente della Repubblica Popolare Cinese è Xi Jinping
Il Segretario Generale del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese è Xi Jinping
La Regina del Regno Unito è Elisabetta II
Il Premier del Regno Unito è Theresa May
La Cancelliera Federale di Germania è Angela Merkel
Il Presidente della Repubblica francese è Emmanuel Macron
Il Primo Ministro della Repubblica francese è Édouard Philippe
Il Re di Spagna è Felipe VI di Borbone
Il Presidente del Governo di Spagna è Mariano Rajoy Brey
Il Presidente dell’ Egitto è Abd al-Fattah al-Sisi
Il Primo Ministro di Israele è Benjamin Netanyahu
Il Presidente della Repubblica Turca è Recep Tayyip Erdogan
Il Primo Ministro della Repubblica Turca è Recep Tayyip Erdogan
Il Presidente della Repubblica Indiana è Pranab Mukherjee
Il Primo Ministro della Repubblica Indiana è Damodardas Narendra Modi
La Guida Suprema dell’ Iran è Ali Khamenei
Il Presidente dell’ Iran è Hassan Rohani

Il curiculum tarocco del professor Conte

Bum bum bum. L’esimio professor Conte, candidato premier dell’ottava potenza del mondo, avrebbe taroccato il curriculum, a New York non lo hanno mai sentito nominare, a Vienna non sanno chi sia, sono in corso accertamenti su Parigi e comunque balle colossali su punti qualificanti del cursus honorum gettano una luce ambigua su tutto il resto, sarà poi questo grande amministrativista che tutti dicono? questo fenomenale civil servant col cuore, fino ad oggi, a sinistra? E come mai ha dato retta ai furboni di Stamina, difendendoli in tribunale (e questo,, trattandosi di un avvocato, ci può stare) ma soprattutto promuovendo una fondazione benefica che come prima società da soccorrere ha scelto proprio quella del mago Davide Vannoni?  

Insomma, Mattarella gli ha dato l’incarico o no?
No, la faccenda è slittata a domani. E le agenzie, o le fonti del Quirinale, riferiscono che il presidente starebbe accarezzando l’idea di incaricare Di Maio, se le rivelazioni sul Conte saranno confermate o si ingigantiranno. Ieri Salvini e Si Maio si sono incontrati in un appartamento privato, Di Maio aveva appena detto ai giornalisti: «Non sanno più cosa inventarsi» con questo inserendi anche la vicenda dei titoli di studio dubbi nella vasta offensiva planetaria che i poteri forti muovono contro il M5s e probabilmente contro di lui in particolare. È facile immagnare di che cosa abbiano discusso Salvini e Di Maio a questo punto: se con Conte le cose stanno come dicono i poteri forti, che facciamo? Mattarella preferisce a capo del governo Di Maio anche perché questa mossa gli permetterebbe di mettere all’Economia Giorgetti e di aggirare lo scoglio Paolo Savona, il nemico dell’euro al cui nome l’altro giorno lo spread è andato su e la borsa giù. Ieri ingatti gli indici sono rimasti tranquilli, la borsa ha guadagnato l’1 e qualcosa, lo spread è sceso, da 186, a 177.  

Com’è la storia del curriculum di Conte, a parte gli scherzi?
Il New York Times ha un corrispondente a Roma. Si chiama Jason Horowitz. Costui, letto sul sito della camera il curriculum del professore, curriculum da cui risultava che il medesimo s’era perfezionato alla New York University, ha telefonato alla segreteria della New York University e chiesto se la cosa corrispondesse. A New York, deve sapere, non esiste la legge sulla privacy come da noi - legge che avrebbe impedito qualunque accertamento di questo tipo - e le brave segretarie americane hanno così potuto controllare e comunicare al nostro collega che nessun Giuseppe Conte risultava nei loro archivi né come professore né come studente. Pare che Conte abbia seguito a New York qualche stage estivo, di quelli organizzati talmente alla buona da non lasciar traccia nei documenti storici. In ogni caso, mentre si diffondeva la notizia, è arrivata da Vienna un’altra doccia fredda: il professore aveva sempre citato per i suoi studi di perfezionamento l’International Kultur Institut di Vienna. Questo International eccetera sarebbe in realtà una scuola di linbue, niente a che fare con il diritto. Ci sono altre faccenduole. Conte scrive di essere stato «designato» a far parte del Social Justice Group istituito presso l’Unione Europea. L’Unione Europea però non ha alcun organo che si chiama con questo nome. Secondo le verifiche del Post, è esistito piuttosto un collettivo di professori universitari europei chiamato «Social Justice in European Private Law» che ha pubblicato un manifesto nel 2004, ma neanche di questo gruppo Conte avrebbe fatto parte. Insomma pasticcetti che da un professorone descritto come rigorosissimi e serissimo e il resto non ci aspetteremmo. Infatti Anzaldi del Pd è resuscitato per dargli addosso e idem la Deborah Bergamini di Forza Italia. Poi c’è la faccenda di stamina.  

Sì, lo psicologo Davide Vannoni che sosteneva di poter guarire malattie incurabili iniettando staminali.
Ecco, nonostante il favore popolare - che ciclicamente si accende per intrugli di questo genere - la comunitgà scientifica ha valutato il metodo del tutto inefficace e privo di fondamento scientifico. Nonostante questo, Conte - dopo aver patrocinato e vinto la causa di una famiglia che coleva continuare a usare il metodo stamina per curare una bambina malata - promosse, con Gina Lollobrigida, una fondazione che finanzia l’accesso alle cure compassionevoli in casi di malattie non curabili: Fondazione Stamina fu scelta come prima beneficiaria del sostegno finanziario di quella fondazione. Diciamo che da un presidente del consiglio ci si aspetterebbe una certa prudenza di fronte ai guaritori.  

Se adesso l’ipotesi Conte tramonta, Mattarella vuole Di Maio e Salvini si mette di traverso?
Andremmo a votare, suppongo. Forse Mattarella ritirerà fuori il governo neutrale per passsare l’estate e vara i provvedimenti che evitino l’aumento dell’Iva.  

A Salvini, a questo punto, non converrebbe andare a votare? Magari prende davvero il 25% e con Berlusconi e la Meloni arriva alla maggioranza da solo.
Chi sa. Ho come l’impressione che in questi 70 giorni si sia bruciate tutte le possibilità.  
  (leggi)

Dai giornali