Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

Lorenzo Bandini

Barce (Libia) 21 dicembre 1935, Monte Carlo (Principato di Monaco) 10 maggio 1967. Pilota. Dal ’61 in Formula 1 con una Cooper-Maserati, nel ’62 passò alla Ferrari: il 6 maggio fu secondo nella Targa Florio (in coppia con Giancarlo Baghetti), il 3 giugno fu terzo a Monte Carlo dietro a Bruce McLaren (Cooper Climax) e al compagno di squadra Phil Hill. Nel ’63 fu secondo alla Targa Florio (5 maggio, con Ludovico Scarfiotti e Willy Mairesse), vinse la 24 Ore di Le Mans (15-16 giugno, in coppia con Scarfiotti) e fu nono nel mondiale di Formula 1; nel ’64 salì al quarto posto vincendo a Zeltweg il Gp d’Austria (23 agosto, fu sul podio anche al Nürburgring, terzo) e contribuì in modo determinante alla vittoria finale del compagno di scuderia John Surtees (lasciandogli il secondo posto nell’ultimo Gp, insieme furono terzi nella 24 Ore di Le Mans). Nel ’65 Bandini vinse la Targa Florio (9 maggio, con Nino Vaccarella) e fu sesto nel mondiale di F1 (secondo il 30 maggio a Monte Carlo dietro la Brm di Phil Hill). Sul podio nei primi due Gp del ’66 (secondo il 22 maggio a Monte Carlo, terzo il 12 giugno a Spa-Francorchamps), fu per tre settimane in testa alla classifica piloti, ma nel resto della stagione collezionò solo due sesti posti e finì ottavo. Il 7 maggio 1967, Gp di Monaco a Monte Carlo, era al secondo posto quando alla chicane del porto sbandò schiantandosi contro una bitta di ormeggio: estratto con troppa lentezza dall’abitacolo in fiamme, morì in ospedale dopo tre giorni d’agonia (vedi CRONOLOGIA FERRARI).

Biografia di Lorenzo Bandini

Barce (Libia) 21 dicembre 1935, Monte Carlo (Principato di Monaco) 10 maggio 1967. Pilota. Dal ’61 in Formula 1 con una Cooper-Maserati, nel ’62 passò alla Ferrari: il 6 maggio fu secondo nella Targa Florio (in coppia con Giancarlo Baghetti), il 3 giugno fu terzo a Monte Carlo dietro a Bruce McLaren (Cooper Climax) e al compagno di squadra Phil Hill. Nel ’63 fu secondo alla Targa Florio (5 maggio, con Ludovico Scarfiotti e Willy Mairesse), vinse la 24 Ore di Le Mans (15-16 giugno, in coppia con Scarfiotti) e fu nono nel mondiale di Formula 1; nel ’64 salì al quarto posto vincendo a Zeltweg il Gp d’Austria (23 agosto, fu sul podio anche al Nürburgring, terzo) e contribuì in modo determinante alla vittoria finale del compagno di scuderia John Surtees (lasciandogli il secondo posto nell’ultimo Gp, insieme furono terzi nella 24 Ore di Le Mans). Nel ’65 Bandini vinse la Targa Florio (9 maggio, con Nino Vaccarella) e fu sesto nel mondiale di F1 (secondo il 30 maggio a Monte Carlo dietro la Brm di Phil Hill). Sul podio nei primi due Gp del ’66 (secondo il 22 maggio a Monte Carlo, terzo il 12 giugno a Spa-Francorchamps), fu per tre settimane in testa alla classifica piloti, ma nel resto della stagione collezionò solo due sesti posti e finì ottavo. Il 7 maggio 1967, Gp di Monaco a Monte Carlo, era al secondo posto quando alla chicane del porto sbandò schiantandosi contro una bitta di ormeggio: estratto con troppa lentezza dall’abitacolo in fiamme, morì in ospedale dopo tre giorni d’agonia (vedi CRONOLOGIA FERRARI).