Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  novembre 20 Lunedì calendario

Giovanni Bracco

Biella 6 giugno 1908, 6 agosto 1968. Pilota. Industriale laniero, corse quasi sempre con vetture di sua proprietà. Prima notorietà al Gran Premio d’Italia, nel ’47 (a Modena il 28 settembre) per evitare la Ferrari di Franco Cortese perse il controllo della sua Delage 3000 e finì su un gruppo di spettatori (5 vittime), nel ’48 vinse la gara con una Maserati. Secondo alla Mille Miglia del ’51 (su Lancia con Umberto Maglioli, battuti dalla Ferrari di Luigi Villoresi e Pasquale Cassani), vinse quella del ’52 (su Ferrari con Alfonso Rolfo) davanti alla Mercedes Benz di Hans Kling al termine di una rincorsa coronata dal sorpasso sull’Appenino tosco-emiliano.

Biografia di Giovanni Bracco

Biella 6 giugno 1908, 6 agosto 1968. Pilota. Industriale laniero, corse quasi sempre con vetture di sua proprietà. Prima notorietà al Gran Premio d’Italia, nel ’47 (a Modena il 28 settembre) per evitare la Ferrari di Franco Cortese perse il controllo della sua Delage 3000 e finì su un gruppo di spettatori (5 vittime), nel ’48 vinse la gara con una Maserati. Secondo alla Mille Miglia del ’51 (su Lancia con Umberto Maglioli, battuti dalla Ferrari di Luigi Villoresi e Pasquale Cassani), vinse quella del ’52 (su Ferrari con Alfonso Rolfo) davanti alla Mercedes Benz di Hans Kling al termine di una rincorsa coronata dal sorpasso sull’Appenino tosco-emiliano.