Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  novembre 20 Lunedì calendario

Franco Cortese

Oggebbio (Novara) 9 febbraio 1903, Milano 14 novembre 1986. Pilota. L’11 maggio 1947 a Piacenza fu il primo guidatore di una Ferrari da corsa (in precedenza erano Alfa Romeo elaborate dalla Scuderia Ferrari), lo stesso anno il 25 maggio le diede la prima vittoria (Gp di Roma), il 27 settembre la coinvolse nella prima tragedia: a Modena durante il Gp d’Italia, fu per evitare la sua vettura che la Delage 3000 di Giovanni Bracco uscì di pista uccidendo cinque spettatori. Vinse la Targa Florio del ’51 (su Frazer Nash, davanti alla Ferrari di Bracco) e partecipò a 21 Mille Miglia su 24 (record) senza andare però oltre il secondo posto, nel ’33 con Carlo Castelbarco su un’Alfa Romeo ( preceduti da Tazio Nuvolari e Decimo Compagnoni, sempre Alfa Romeo). 

Biografia di Franco Cortese

Oggebbio (Novara) 9 febbraio 1903, Milano 14 novembre 1986. Pilota. L’11 maggio 1947 a Piacenza fu il primo guidatore di una Ferrari da corsa (in precedenza erano Alfa Romeo elaborate dalla Scuderia Ferrari), lo stesso anno il 25 maggio le diede la prima vittoria (Gp di Roma), il 27 settembre la coinvolse nella prima tragedia: a Modena durante il Gp d’Italia, fu per evitare la sua vettura che la Delage 3000 di Giovanni Bracco uscì di pista uccidendo cinque spettatori. Vinse la Targa Florio del ’51 (su Frazer Nash, davanti alla Ferrari di Bracco) e partecipò a 21 Mille Miglia su 24 (record) senza andare però oltre il secondo posto, nel ’33 con Carlo Castelbarco su un’Alfa Romeo ( preceduti da Tazio Nuvolari e Decimo Compagnoni, sempre Alfa Romeo).