Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 0000  00 calendario

Biografia di Lino Lacedelli

• Cortina d’Ampezzo (Belluno) 4 dicembre 1925 - 20 novembre 2009. Alpinista. Il 31 luglio 1954 conquistò il K2 con il compagno di cordata Achille Compagnoni (impresa contestatissima da Walter Bonatti, vedi).
• «Lacedelli è molto diverso dai suoi compagni di conquista. Walter Bonatti, da cui lo divide una polemica antica, è una star internazionale, vive con un’attrice che ha lavorato con Gary Cooper, i suoi libri sono tradotti in tutto il mondo. Achille Compagnoni, con cui ha rotto un patto tacito per la vita e per la morte, è un capobranco, un orso disturbato, un lupo ferito. Lacedelli è un uomo dolce, un montanaro ritroso» (Aldo Cazzullo).
«Ho raccontato tutta la verità. Ho riconosciuto che quella notte Bonatti non trovò il nono campo perché l’avevamo montato in un luogo diverso da quello concordato; Compagnoni aveva voluto così, io avevo insistito per non muoverci più, non sono riuscito a convincerlo; sono andato in colpa anch’io, ma lì per lì non avevo capito che lui non voleva essere raggiunto da Bonatti. Il libro che ha fatto arrabbiare Compagnoni l’ho scritto per amore di verità. Bonatti però non l’ha capito. Insiste che siamo arrivati in cima respirando sino all’ultimo l’ossigeno che ci aveva portato lui. Non è così, l’ho sempre detto e lo ripeto, l’ossigeno finì prima della vetta. Ma che importanza ha? Chi nega che quell’ossigeno ci abbia aiutati?».
• Quattro figli.