Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2018  novembre 15 Giovedì calendario

La seguente scheda sulla cronologia del fascismo e la cronaca ora per ora della marcia fascista su Roma (il 28 ottobre 1922) sono state redatte da Antonio Di Pierro, che sulle ore drammatiche di quest’ultima giornata che ha pubblicato un libro per Mondadori (Il giorno che durò vent’anni. 28 ottobre 1922: la marcia su Roma, euro 19). Di Pierro è anche autore del libro L’ultimo giorno del papa re. 20 settembre 1870. La breccia di porta Pia (Mondadori, euro 18,50). Il volume è una cronaca minuziosa e in presa diretta – ora per ora, un capitolo per ogni ora – di quella storica giornata, di cui Di Pierro ha anche preparato una sintesi per il nostro sito (al 20 settembre 1870). Antonio Di Pierro ha raccontato, con il medesimo approccio della cronaca diretta e del racconto ora per ora, anche un’altra giornata drammatica della nostra storia patria: “Il sacco di Roma. 6 maggio 1527: l’assalto dei lanzichenecchi” (ora negli Oscar Mondadori, euro 9,80).



Mussolini si dimette dall’Avanti!



Nasce il Popolo d’Italia



Mussolini espulso



Guerra all’Austria



È Finita la guerra



Bissolati contestato



L’adunata



L’Avanti! devastato



I fascisti perdono



Gli squadristi



I fascisti conquistano Ferrara



Sequestro Zanardi



Il blocco nazionale



I fascisti attaccati



Il “patto di pacificazione”



La nascita del Pnf



Confederazione nazionale delle corporazioni sindacali



La circolare



Lo sciopero generale



Devasta la sede dell’Avanti!



Violenza



Il Regolamento della Milizia



Il quadrumvirato fascista



La marcia su Roma



Salandra rinuncia



Mussolini a Roma



Mussolini giura



La fiducia



306 voti a favore



Gran Consiglio



Riforma Gentile



Muore don Minzoni



La legge Acerbo



Giovanni Amendola aggredito



I fascisti vincono le elezioni



Matteotti contro le violenze squadristiche



Sequestro Matteotti



Quelli dell’Aventino



Libertà di stampa



Matteotti è morto



Gobetti aggredito



Mussolini rivendica il delitto Matteotti



Nuova aggressione per Giovanni Amendola



Amendola va in Francia



Il saluto romano



Il potere



Il podestà



Piero Gobetti muore



Gli scioperi illegali



È morto Amendola



Il confino



Gramsci arrestato



Licenziamenti per gli oppositori



De Gasperi arrestato



L’anno fascista



I patti lateranensi



Elezioni



Festa



Fedeltà al fascismo



Codice e procedura penale



Starace segretario Pnf



Mussolini inaugura Littoria



Obligatoria l’iscrizione al Pnf



Il corporativismo



L’Etiopia



L’autarchia



L’imperatore di Etiopia



Dipendenti



I fratelli Rosselli



Società delle nazioni



La razza



Gli ebrei non possono insegnare



Gli ebrei stranieri



La “Dichiarazione sulla razza”



Provvedimenti per la difesa della razza italiana



La camera dei fasci



Il patto d’Acciaio



Altre limitizioni per gli ebrei



È guerra



L’Italia entra in guerra



Pearl Habor



Il crollo di Mussolini



Lo sbarco in Sicilia



Sfiducia al Duce



Sciolto il Pnf



Il Cln



Roma occupata



Liberato Mussolini



la Republica sociale



Guerra alla Germania



Condanne a morte



Roma liberata





Bonomi al governo



L’ultimo discorso



La Petacci e il Duce catturati



La condanna



Piazzale Loreto