Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2020  giugno 29 Lunedì calendario


Segway addio

La scorsa settimana la ditta cinese Ninebot ha annunciato che a partire dal 15 luglio cesserà la produzione di esemplari di Segway, il dispositivo elettrico di trasporto a due ruote, della famiglia dei monopattini, che aveva iniziato a circolare per le strade di diverse città da una ventina d’anni, destinato soprattutto ai gruppi turistici. 

2001
L’anno in cui l’americano Dean Kamen presenta alla stampa il primo prototipo di Segway: una specie di monopattino che accelera e decelera in base all’angolo di curvatura del dispositivo e all’uso di un manubrio intelligente. Il progetto ha ricevuto finanziamenti per oltre 50 milioni di euro, ed è ribattezzato Ginger, dalla ballerina Ginger Rogers.

50 mila
Secondo una stima di Kamen, è quanti Segway si sarebbero potuti vendere in media all’anno. In realtà dopo 21 mesi di produzione le vendite erano ben più contenute: 6 mila, principalmente nel mercato autoctono statunitense. In meno di 20 anni ne sono stati ordinati circa 140 mila.

4-5 mila
Il range del prezzo di vendita, in dollari, del dispositivo elettrico. Negli ultimi anni, complice un tentativo di espansione nei mercati europeo e asiatico, il prezzo si era abbassato intorno ai 3 mila dollari in media.

2015
L’anno da cui ha preso piede il rifornimento di Segway per alcune attività di controllo della polizia. Sono usati anche dai servizi postali per le consegne.

2010
Jimi Heselden, imprenditore britannico, pochi mesi dopo aver deciso di rilevare l’azienda di Kamen ebbe un incidente mortale: non riuscì a controllare il suo Segway e finì giù da una scogliera nel West Yorkshire, in Inghilterra. Secondo successive investigazioni l’uomo aveva cambiato direzione all’improvviso come “atto di gentilezza” per permettere il transito di un cane e del suo padrone. Tra gli incidenti (meno traumatici) anche quello occorso a Usain Bolt nel 2015: venne travolto da un cameraman in Segway mentre festeggiava la vittoria nei 200 metri ai mondiali di atletica di Pechino

1,5 per cento
Sono i ricavi, in percentuale, derivanti dalla vendita di questo articolo all’interno del fatturato complessivo della Ninebot, che produce anche monopattini e scooter.