Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2013  dicembre 10 Martedì calendario


In morte di Sandro Fontana

Sandro Fontana Alessandro. Fontana nacque il 15 agosto 1936. Nacque a Marcheno, in Val Trompia, in provincia di Brescia. Si iscrisse alla Democrazia cristiana, militò nella corrente Forze nuove fondata da Carlo Donat-Cattin), fu docente di Storia contemporanea presso l’Università statale di Brescia. Per sei anni, dal 1986 al 1992, fu direttore del Popolo, il quotidiano della Democrazia cristiana, guadagnandosi fama e rispetto nel mondo politico e giornalistico per i suoi corsivi firmati Bertoldo. Contemporaneamente fu eletto senatore nel 1987. Il 5 aprile 1992 fu rieletto. Ma in luglio si dimise per giurare come ministro per l’Università e la Ricerca scientifica e tecnologica del primo governo Amato (1992-’93). Nel 1994, con Casini e Mastella, fu tra i democristiani che non aderirono al nuovo Partito popolare, che temevano orientato verso il centrosinistra, e fondarono il Centro cristiano democratico. In quota Ccd, Fontana si presentò con Forza Italia alle elezioni europee. A Strasburgo fu membro di diverse commissioni e si occupò dei rapporti con la Repubblica Ceca, la Slovacchia e la Slovenia. E’ morto martedì 4 dicembre.