Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 1864  dicembre 11 calendario


Il re ratifica la Convenzione e il trasferimento della capitale

La legge che sancisce il trasferimento della capitale da Torino a Firenze.

Vittorio Emanuele II
Per grazia di Dio e per volontà della Nazione Re d’Italia
Il Senato e la Camera dei Deputati hanno approvato:
Noi abbiamo sanzionato e promulgato quanto segue:
Art.1. La capitale del Regno sarà trasferita a Firenze entro sei mesi dalla data della presente Legge.
Art. 2. Per le spese di trasferimento è aperto nella parte straordinaria del Bilancio dell’Interno, ed in apposito capitolo, un credito di L. 7.000.000 ripartito come segue:
Esercizio 1864: L. 2.000.000
Esercizio1865: L. 5.000.000
I ministri dell’Interno, delle Finanze e dei Lavori pubblici sono specialmente incaricati della esecuzione della presente Legge.
Ordiniamo che la presente, munita del sigillo di Stato, sia inserita nella Raccolta officiale delle Leggi e dei Decreti del Regno d’Italia, mandando a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come Legge dello Stato.
Dato a Torino, addì 11 dicembre 1864
Vittorio Emanuele
A. La Marmora – A . Petitti – L. Torelli – S. Jacini – G. Natoli – G. Vacca – Q. Sella – G. Lanza
[Mon.Bo. 16/12/1864]

Il decreto reale che ratifica la Convenzione Italia-Francia sullo sgombero di Roma da parte delle truppe francesi.

Vittorio Emanuele II
Per grazia di Dio e per volontà della Nazione Re d’Italia
Visto l’art. 5 dello Statuto del Regno;
Sentito il Consiglio dei Ministri;
Sulla proposta del Presidente del Consiglio, Nostro Ministro Segretario di Stato per gli Affari Esteri,
Abbiamo decretato e decretiamo quanto segue:
Articolo unico.
Piena ed intera esecuzione sarà data alla Convenzione conclusa tra l’Italia e la Francia e sottoscritta a Parigi addì 15 del mese di settembre del corrente anno milleottocentosessantaquattro.
Ordiniamo che il presente Decreto, munita del sigillo di Stato, sia inserita nella Raccolta officiale delle Leggi e dei Decreti del Regno d’Italia, mandando a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come Legge dello Stato.
Dato a Torino, addì 11 dicembre 1864
Vittorio Emanuele
Alfonso La Marmora
[Mo.Bo. 17/9/1864]