Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 12 Martedì calendario

Al valdostano Garin il primo Tour de France

• Maurice Garin, ciclista nato ad Arvier (Aosta) nel 1871, ma naturalizzato francese dal 21 dicembre 1901, vince la prima edizione del Tour de France: davanti a tutti già nella prima tappa, la Parigi-Lione corsa l’1 luglio, ha vinto anche la quinta (Bordeaux-Nantes) e la sesta ed ultima (Nantes-Parigi). Garin termina i 2.428 chilometri in 94 ore, 33 minuti e 14 secondi, alla media di 26,450 km/h, Lucien Pothier chiude secondo con un distacco di 2 ore 59 minuti 29 secondi.

Squalificato Garin, il Tour 1904 a Cornet

• Il valdostano Maurice Garin (naturalizzato francese dal 1901), già vincitore nel 1903 della prima edizione del Tour de France, viene privato della vittoria della corsa a tappe disputata dal 2 al 24 luglio 1904: la Commission technique de l’Union Vélocipédique de France lo squalifica (irregolarità varie) insieme a Lucien Pothier, al fratello César e a Hippolyte Aucouturier, la vittoria va a Henri Cornet, che aveva finito la corsa al quinto posto staccato di 2 ore, 59 minuti, 31 secondi.

Il Tour a Petit-Breton, 6° Pavesi

• A Parigi termina la quinta edizione del Tour de France: vince Lucien Petit-Breton, il primo non francese in classifica (a punti) è il nostro Eberardo Pavesi, sesto. Da segnalare i due terzi posti di Luigi Ganna il 15 luglio nella 4ª tappa (Belfort-Lione) e il 17 luglio nella 5ª (Lione-Grenoble).

Bis di Petit-Breton al Tour, Ganna 5°

• Lucien Petit-Breton è il primo ciclista della storia a vincere due edizioni consecutive del Tour de France. Primo italiano in classifica (a punti) Luigi Ganna, quinto, che ha vissuto le giornate migliori con i terzi posti del 15 luglio (2ª tappa, Roubaix-Metz) e del 25 luglio (7ª, Nizza-Nimes), frazione che ha visto il secondo posto del “diavolo rosso” Giovanni Gerbi; un altro secondo posto è stato ottenuto (9ª tappa, 29 luglio) da Giovanni Rossignoli, decimo nella classifica finale.

Tour allo straniero Faber, decimo Bettini

• Il lussemburghese François Faber è il primo non francese a vincere il Tour: nella classifica (a punti) finale precede Gustave Garrigou e Jean Alavoine, primo degli italiani Aldo Bettini, decimo.

Storica vittoria di Azzini al Tour

• Già secondo dietro a François Faber il il 9 luglio a Lione, Ernesto Azzini detto “el du meter” (per l’altezza) è il primo italiano a vincere una tappa del Tour de France: partenza da Caen, sul traguardo di Parigi precede Ernest Paul. La classifica finale vede la vittoria del francese Octave Lapize davanti a Faber, Gustave Garrigou, Cyrille Van Hauwaert, per il secondo anno consecutivo il primo italiano è Aldo Bettini, di nuovo decimo.

Borgarello in testa al Tour

• Grazie a due settimi posti nelle prime due tappe (Parigi-Dunkerque, Dunkerque-Longwy), Vincenzo Borgarello è il primo italiano a guidare la classifica (a punti) del Tour de France.

Tour, vittoria di tappa per Borgarello

• Il velocista Vincenzo Borgarello vince a Perpignan l’8ª tappa del Tour de France, 335 chilometri con partenza da Marsiglia.

Bis di Borgarello al Tour

• Vincenzo Borgarello vince la 14ª e penultima tappa del Tour de France, bissando il successo del 14 luglio: partenza da Cherbourg, sul traguardo di Le Havre (317 chilometri) precede in volata il francese Jean Alavoine.

A Micheletto la prima tappa del Tour

• Giovanni Micheletto vince a Le Havre la prima tappa dell’undicesimo Tour de France: partenza da Parigi, dopo 388 chilometri precede sul traguardo il belga Marcel Buysse.

Il Tour è di Thys, 8° Bertarelli

• A Parigi si chiude l’undicesimo Tour de France: la classifica finale vede il successo del belga Philippe Thys che precede di 8’37” il francese Gustave Garrigou e di 3 ore 30 minuti il connazionale Marcel Buysse, che si consola col successo nell’ultima tappa (in quattro delle ultime cinque). Primo italiano in classifica Camillo Bertarelli, che chiude ottavo a 16 ore, 21 minuti, 38 secondi.

Vittoria di Lucotti al Tour

• Già secondo nell’8ª, nella 9ª e nell’11ª tappa (13, 15, 19 luglio), Luigi Lucotti vince la 12ª tappa del Tour de France: partenza da Ginevra, sul traguardo di Strasburgo precede il francese Jean Alavoine.

Bis di Lucotti al Tour

• Già primo nella 12ª, Luigi Lucotti vince la 13ª tappa del Tour de France: partenza da Strasburgo, sul traguardo di Metz precede il francese Honoré Barthélemy.

Tour a Lambot, settimo Lucotti

• Il belga Firmin Lambot vince il tredicesimo Tour de France, il primo dopo la Grande Guerra, precedendo di un’ora 42 minuti e 54 secondi il francese Jean Alavoine, che si consola vincendo a Parigi l’ultima tappa. Partenza da Dunkerque, Luigi Lucotti (primo nella 12ª e 13ª tappa) chiude con un secondo posto, settimo in classifica generale.

Tour, tappa a Lucotti

• Luigi Lucotti vince a Tolone l’8ª tappa del Tour de France: partenza da Perpignan, sul traguardo precede di un secondo il belga Firmin Lambot.

Tour a Scieur, quarto Lucotti

• Per la sesta edizione consecutiva il Tour de France è vinto da un belga: stavolta tocca a Leon Scieur, che nella classifica finale precede di 18’36” il connazionale Hector Heusghem. Secondo sul traguardo di Parigi dietro il francese Felix Goethals, che l’aveva beffato anche il 22 luglio a Dunkerque, Luigi Lucotti chiude al quarto posto, miglior risultato mai ottenuto da un italiano, staccato di 2 ore 30 minuti e 18 secondi.

Tour, vittoria di tappa per Gay

• Già secondo il primo luglio a Les Sables d’Olonne (battuto dal belga Philippe Thys), Federico Gay vince la 13ª tappa del Tour de France: partenza da Strasburgo, sul traguardo di Metz precede il belga Jean Rossius.

Bottecchia prima maglia gialla italiana

• Già secondo il 24 giugno a Le Havre, Ottavio Bottecchia vince a Cherbourg la seconda tappa del Tour de France battendo in volata Mottiat e Bellenger: primo italiano della storia, conquista la maglia gialla.

Tour a Pelissier, secondo Bottecchia

• Secondo sul traguardo di Parigi dietro a Felix Goethals, il francese Henri Pelissier vince il Tour de France spezzando un dominio belga cominciato nel 1912. Ottavio Bottecchia, in maglia gialla fino a l2 luglio, chiude al secondo posto (miglior risultato di sempre per un italiano), staccato di 30’41”: per «questo figlio della nostra Italia, che in terra straniera, solo, di fronte alle più agguerrite coalizioni combatte una grande battaglia», il 9 luglio “La Gazzetta dello Sport” ha lanciato «una sottoscrizione popolare a una lira», primo firmatario Benito Mussolini. Si sospetta che gli atroci dolori lombari che il 12 luglio (Nizza-Briançon) gli sono costati la maglia gialla abbiano avuto per causa una borraccia avvelenata.

Bottecchia subito in maglia gialla

• Ottavio Bottecchia vince la prima tappa del diciottesimo Tour de France (Parigi-Le Havre) e indossa la maglia gialla.

Tour, Bottecchia trionfa a Luchon

• Già in maglia gialla, Ottavio Bottecchia vince la 6ª tappa del Tour de France: partenza da Bayonne, stacca tutti sull’Aubisque (150 chilometri dall’arrivo) e sul traguardo di Luchon precede di 18’58” il belga Lucien Buysse.

Tour, continua il dominio di Bottecchia

• A Perpignan, Ottavio Bottecchia vince la 7ª tappa del Tour de France, continuando in un dominio che dura dal primo giorno: sul traguardo precede il belga Philippe Thys.

Tour, tappa a Brunero

• Giovanni Brunero, primo al Giro d’Italia nel ’21 e ’22 (anno in cui ha vinto anche la Milano-Sanremo), vince la 10ª tappa del Tour de France: partenza da Nizza, sul traguardo di Briançon precede di 51” il lussemburghese Nicolas Frantz. Ottavio Bottecchia conserva la maglia gialla.

Bottecchia vince il Tour da dominatore

• Primo anche sul traguardo di Parigi, Ottavio Bottecchia vince il Tour de France, impresa mai riuscita prima a un italiano: in maglia gialla fin dal primo giorno (come Garin nel 1903, ma allora il leader della corsa non indossava il segno del primato), chiude con 35’36” di vantaggio sul lussemburghese Nicolas Frantz, 1h32’13” sul belga Lucien Buysse, 1h32’48” su Bartolomeo Aimo.

Tour, Bottecchia subito in maglia gialla

• Ottavio Bottecchia, dominatore dell’edizione 1924 dal primo all’ultimo giorno, vince la prima tappa del diciannovesimo Tour de France e indossa subito la maglia gialla: partenza da Parigi, sul traguardo di Le Havre precede di 2’59“ François Pelissier.

Tour, Bottecchia primo a Bordeaux

• Ottavio Bottecchia vince la 6ª tappa del Tour de France: partenza da Les Sables d’Olonne, sul traguardo di Bordeaux precede il lussemburghese Nicolas Frantz. Il belga Adelin Benoit conserva la maglia gialla (conquistata il 25 giugno al termine della terza tappa).

Tour, tappa e maglia per Bottecchia

• Vincitore a Bayonne della settima tappa del Tour de France, Ottavio Bottecchia strappa la maglia gialla al belga Adelin Benoit.

Tour: tappa ad Aimo, Bottecchia sempre in giallo

• Bartolomeo Aimo vince a Briançon la 13ª tappa del Tour de France: partenza da Nizza, sul traguardo precede Ottavio Bottecchia, che conserva la maglia gialla con un vantaggio di 30’57” sul lussemburghese Nicolas Frantz (Aimo è terzo a 55’49”).

Bis di Bottecchia al Tour

• Primo anche sul traguardo di Parigi, Ottavio Bottecchia vince per il secondo anno consecutivo il Tour de France, impresa fin qui riuscita solo al francese Lucien Petit-Breton (1907-1908) e al belga Philippe Thys (1913-1914). Il secondo posto va al belga Lucien Buysse, staccato di 54’20”, il terzo a Bartolomeo Aimo (56’17”).

Tour, vittoria di tappa per Aimo

•  Già secondo il 6 luglio a Buchon dietro alla maglia gialla Lucien Buysse, Bartolomeo Aimo vince la 14ª tappa del Tour de France e risale al terzo posto in classifica (staccato di un’ora 22 minuti 51 secondi): partenza da Nizza, sul traguardo di Briançon precede di 6 minuti e 38 secondi il belga Felix Sellier.

Aimo terzo nel Tour di Buysse

• A Parigi termina la ventesima edizione del Tour de France: vince il belga Lucien Buysse (secondo nel 1925 dietro ad Ottavio Bottecchia) che precede di un’ora 22 minuti e 25 secondi il lussemburghese Nicolas Frantz e di un’ora 22 minuti e 51 secondi Bartolomeo Aimo, vincitore della 14ª tappa (Nizza-Briançon, 13 luglio). Bottecchia, vincitore delle ultime due edizioni, si è ritirato il 6 luglio: già staccato di 34 minuti dopo la prima tappa (vittima di una foratura e abbandonato dai compagni di squadra), staccato da Buysse sul Tourmalet ha preferito tornare a casa.

Morto Bottecchia, vincitore di due Tour

• Il ciclista Ottavio Bottecchia, vincitore del Tour de France nel 1924 e 1925 (secondo nel 1923), muore all’ospedale di Gemona (Udine) dopo 12 giorni di agonia: il 3 giugno si era svegliato alle 5 per svolgere un intenso allenamento, poche ore dopo era stato ritrovato in un fosso lungo una stradina sterrata nel piccolo borgo di Peonis (probabilmente caduto per il malore causato da una birra ghiacciata bevuta troppo velocemente). Ultimo di otto figli, nato a San Martino di Colle Umberto (Treviso) il 1° agosto 1894, si era rivelato alla Milano-Sanremo del 25 marzo 1923 (primo sul Turchino), nello stesso anno aveva chiuso al quinto posto (primo degli isolati) il Giro d’Italia vinto da Costante Girardengo.

Pancera chiude il Tour al 2° posto

• A Parigi termina la 23ª edizione del Tour de France: vince il belga Maurits Dewaele davanti a Giuseppe Pancera, già secondo dietro Alfredo Binda al Giro del 1928, che chiude staccato di 44’23”.

Tour, tappa e maglia gialla per Guerra

• Learco Guerra vince la 2ª tappa del Tour de France (Caen-Dinan) e conquista la maglia gialla: sul traguardo precede di 1’28” Alfredo Binda, già secondo il 2 luglio a Caen (dietro Charles Pelissier).

Tour: tappa a Binda, Guerra sempre in giallo

• Alfredo Binda vince in volata l’ottava tappa del Tour de France (Hendaye-Pau). Learco Guerra conserva la maglia gialla (12” di vantaggio su Charles Pelissier).

Tour: bis di Binda, Guerra perde la maglia gialla

• Alfredo Binda, già primo il 9 luglio a Pau, vince a Luchon la nona tappa del Tour de France battendo in volata Pierre Magne e Andrè Leducq: quest’ultimo strappa la maglia gialla a Learco Guerra, che taglia il traguardo al sesto posto, staccato di 13’10”, ed è adesso terzo in classifica a 11’42” (secondo Antonin Magne a 5’26”).

Tour, vittoria di tappa per Guerra

• Learco Guerra vince in volata la tredicesima tappa del Tour de France: partenza da Marsiglia, sul traguardo di Cannes precede Charles Pelissier, in classifica resta terzo a 13’24” dalla maglia gialla André Leducq.

Terzo successo di Guerra al Tour

• Già primo a Dinan (3 luglio) e Cannes (16 luglio), Learco Guerra vince a Grenoble la 15ª tappa del Tour de France: partenza da Nizza, Guerra batte in volata Faure, la maglia gialla André Leducq taglia il traguardo al terzo posto con un distacco di 5’58” (ma in classifica conserva un vantaggio di 16’13” su Guerra, adesso secondo).

Tour, doppia piazza d’onore per Guerra

• Staccato di 14’13”, Learco Guerra chiude al secondo posto dietro al francese André Leducq la 24ª edizione del Tour. Guerra è secondo anche sul traguardo di Parigi, battuta in volata da Charles Pellissier (vincitore delle ultime quattro tappe).

Tour, vittoria di tappa per Battesini

• Fabio Battesini vince in volata la terza tappa del Tour de France (Dinan-Brest).

Tour, Di Paco conquista la maglia gialla

• Raffaele Di Paco chiude al quarto posto la quarta tappa del Tour de France (Brest-Vannes), primo nella volata del gruppo che taglia il traguardo con un distacco di 8’31”dal vincitore André Godinat, e conquista la maglia gialla.

Tour, vittoria di tappa per Di Paco

• Raffaele Di Paco, già in maglia gialla per quattro giorni, vince in volata la decima tappa del Tour de France: partenza da Luchon, sul traguardo di Perpignan precede Bulla e Leducq.

Tour, Di Paco fa il bis

• Già primo il 10 luglio a Perpignan, Raffaele Di Paco vince a Montpellier l’11ª tappa del Tour de France (in mezzo il giorno di riposo), battendo in volata Charles Pelissier.

Gestri vince la 14ª tappa del Tour

• Eugenio Gestri vince a Nizza la 14ª tappa del Tour de France: partenza da Cannes, sul traguardo precede di 17” Antonio Pesenti e di 4’09” Angelo Gremo. Il francese Antonin Magne conserva la maglia gialla, Pesenti è secondo a 5’01”.

Tour, Di Paco fa tris

• Già primo a Perpignan (10 luglio) e Montpellier (12 luglio), Raffaele Di Paco vince a Belfort la 19ª tappa del Tour de France: partenza da Evian, ha la meglio nella volata a due con Geyer. Il francese Antonin Magne conserva la maglia gialla, Antonio Pesenti è secondo a 4’58”. 

Quaterna di Di Paco al Tour

• Già vincitore della 10ª, 11ª e 19ª tappa, Raffaele Di Paco si aggiudica anche la 21ª: partenza da Colmar, sul traguardo di Metz precede in volata Kurt Stoepel e Charles Pelissier. Il francese Antonin Magne conserva la maglia gialla, Antonio Pesenti è secondo a 4’58”.

Tour, Di Paco fa cinquina

• Già vincitore della 10ª, 11ª, 19ª e 21ª tappa, Raffaele Di Paco si aggiudica anche la 22ª: partenza da Metz, sul traguardo di Charleville batte in volata Charles Pelissier e Kurt Stoepel. Il francese Antonin Magne conserva la maglia gialla, Antonio Pesenti è secondo a 4’58”.

Tour, vittoria di tappa per Pesenti

• Già terzo nella classifica finale del Tour 1931 (vinto dal francese Antonin Magne), Antonio Pesenti vince la 5ª tappa della 26ª edizione: partenza da Pau, sul traguardo di Luchon ha la meglio nella volata a due con Faure. Il francese André Leducq conserva la maglia gialla.

Vittoria di tappa per Orecchia al Tour

• Michele Orecchia vince l’ottava tappa del Tour de France: partenza da Montpellier, sul traguardo di Marsiglia vince la volata a due con Buttafocchi, terzo posto per la maglia gialla André Leducq, staccata di 1’40”.

Tour, vittoria di tappa per Di Paco

• Raffaele Di Paco vince la nona tappa del Tour de France: partenza da Marsiglia, a Cannes vince la volata a due con il belga Georges Ronsse. Il francese André Leducq conserva la maglia gialla.

Successo di Camusso al Tour

• Francesco Camusso vince la 10ª tappa del Tour de France: partenza da Cannes, sul traguardo di Nizza precede di 1’18” Barral e di 1’20” Marchisio. Il francese André Leducq conserva la maglia gialla, Camusso è terzo a 5’21”.

Tour, Di Paco fa il bis

• Già primo il 18 luglio a Cannes, Raffaele Di Paco vince la 14ª tappa del Tour de France: partenza da Aix les Bains, sul traguardo di Evian batte in volata Speicher e la maglia gialla André Leducq (Francesco Camusso è terzo in classifica con un ritardo di 14’21”).

Di Paco fa tris al Tour

• Già vincitore il 18 luglio a Cannes e il 24 luglio a Evian, Raffaele Di Paco si aggiudica la 17ª tappa del Tour de France: partenza da Strasburgo, a Metz batte in volata Loncke e Antenen. Il francese André Leducq conserva la maglia gialla con 18’03” di vantaggio sul tedesco Kurt Stoepel e 18’21” su Francesco Camusso.

Tour, altra vittoria per Di Paco

• Già primo il 18 luglio a Cannes, il 24 luglio a Evian, il 27 luglio a Metz, Raffaele Di Paco vince la 18ª tappa del Tour battendo, nella volata di Charleville, Loncke e Stoepel. Sul traguardo era passato per primo André Leducq, poi declassato causa le spinte ricevute, il francese conserva comunque la maglia gialla con un vantaggio di 17’03” su Stoepel e 18’21” su Francesco Camusso.

Tour, vittoria di tappa per Guerra

• Learco Guerra vince la seconda tappa del Tour de France: partenza da Lilla, nella volata di Charleville batte Aerts e Ronsse. Il francese Maurice Archambaud, vincitore della prima tappa, conserva la maglia gialla.

Bis di Guerra al Tour

• Learco Guerra, già primo il 28 giugno a Charleville, vince la 6ª tappa del Tour de France: partenza da Evian, nella volata di Aix les Bains batte Stoepel e Le Grèves. Il francese Maurice Archambaud conserva la maglia gialla (Guerra è terzo a 6’24”).

Tris di Guerra al Tour

• Già primo il 28 giugno a Charleville e il 3 luglio ad Aix les Bains, Learco Guerra vince la 7ª tappa del Tour de France: sul traguardo di Grenoble batte in volata Rinaldi e Bula. Il francese Maurice Archambaud conserva la maglia gialla (Guerra è secondo a 4’24”).

Quaterna di Guerra al Tour

• Già primo il 28 giugno a Charleville, il 3 luglio a Aix les Bains, il 4 luglio a Grenoble, Learco Guerra vince la 18ª tappa del Tour de France: partenza da Tarbes, nella volata di Pau ha la meglio sulla maglia gialla Georges Speicher e su Giuseppe Martano, secondo in classifica con un distacco di 5’08” (la “locomotiva umana” è terza a 7’01”).

Cinquina di Guerra, ma il Tour è di Speicher

• Già primo il 28 giugno a Charleville, il 3 luglio a Aix les Bains, il 4 luglio a Grenoble, il 17 luglio a Pau, Learco Guerra vince a Parigi la 23ª e ultima tappa del Tour de France, battendo in volata Aerts e Leducq. Nonostante i cinque successi parziali, la “locomotiva umana” chiude la Grande Boucle (il grande ricciolo, dalla forma che di solito assume il percorso) al secondo posto, staccata di 4’01” dal francese Georges Speicher, terzo è Giuseppe Martano a 5’08”.

Tour, vittoria di tappa per Martano

• Già terzo al Tour del 1933 e secondo nella tappa arrivata il 10 luglio a Grenoble, Giuseppe Martano vince a Gap l’undicesima tappa della Grande Boucle precedendo di 7” la maglia gialla Antonin Magne (il nostro ciclista è secondo in classifica con un distacco di 6’13”).

Tour, vittoria di tappa per Vignoli

• Adriano Vignoli vince la 16ª tappa del Tour de France: partenza da Aix les Thermes, sul traguardo di Luchon precede di 4’02” Roger Lapebie e la maglia gialla Antonin Magne, che in classifica ha un vantaggio di 2’57” su Giuseppe Martano.

Vittoria di Meini al Tour

• Ettore Meini vince la 19ª tappa del Tour de France: partenza da Pau, sul traguardo di Bordeaux batte in volata Gijssels e Louviot. Il francese Antonin Magne conserva la maglia gialla, Giuseppe Martano è secondo a 15’34”.

Tour, tappa a Di Paco

• Raffaele Di Paco vince la terza tappa del Tour de France: partenza da Charleville, a Metz batte in volata Daneels e Archambaud. Il belga Romain Maes conserva la maglia gialla.

Di Paco vince la cronometro del Tour

• Già primo il 6 luglio a Metz, Raffaele Di Paco vince la cronometro del Tour de France da Ginevra a Evian (58 km) con un vantaggio di 2” su Magne e 7” su Archambaud. Il belga Romain Maes conserva la maglia gialla.

Tour, vittoria di tappa per Camusso

• Francesco Camusso vince la 7ª tappa del Tour de France: partenza da Aix les Bains, sul traguardo di Grenoble precede di 3’48” Ambrogio Morelli. Il belga Romain Maes conserva la maglia gialla con un vantaggio di 12’05” su Bergamaschi e 14’19” su Morelli.

Tour, vittoria di tappa per Bergamaschi

• Vasco Bergamaschi vince la prima frazione della 13ª tappa ddel Tour de France: partenza da Marsiglia, a Nimes precede di 2’46” il belga Felicien Vervaecke. Il belga Romain Maes conserva la maglia gialla con un vantaggio di 6’11” su Francesco Camusso.

Nuova vittoria italiana al Tour: Morelli

• Ambrogio Morelli vince la 16ª tappa del Tour de France: partenza da Luchon, sul traguardo di Pau precede di 5’10” Teani. Il belga Romain Maes conserva la maglia gialla, Morelli sale al secondo posto, staccato di 2’30”.

Tour, vittoria di tappa per Generati

• Walter Generati vince la 3ª tappa del Tour de France: partenza da Charleville, sul traguardo di Metz precede di 34” Frechaut e la maglia gialla Kint.

Bartali conquista la maglia gialla

• Gino Bartali vince la 7ª tappa del Tour de France e conquista la maglia gialla. Partenza da Aix-les-Bains, sul traguardo di Grenoble precede di 1’53” Francesco Camusso.

Tour, vittoria di tappa per Camusso

• Francesco Camusso vince la prima frazione della 13ª tappa del Tour de France: partenza da Montpellier, sul traguardo di Narbonne precede di 8’07” Meulenberg. Il francese Sylvère Maes conserva la maglia gialla, strappata il 9 luglio a Gino Bartali (caduto in un fosso l’8 luglio non si è più ripreso e dopo qualche giorno è stato costretto al ritiro).

Doppia vittoria italiana  al Tour

• Jules Rossi vince la prima frazione della sesta tappa del Tour de France: partenza da Bordeaux, sul traguardo di Arcachon batte in volata Giordano Cottur. Lo stesso Rossi chiude al secondo posto la seconda frazione, con arrivo a Bayonne, che è vinta da Glauco Servadei.

Tour, vittoria di tappa per Bartali

• Gino Bartali vince l’undicesima tappa del Tour de France: partenza da Montpellier, a Marsiglia batte in volata Félicien Vervaecke, ciclista belga che conserva la maglia gialla con un vantaggio di 2’45” sul campione toscano.

Bartali conquista la maglia gialla

• Gino Bartali vince la 14ª tappa del Tour de France e conquista la maglia gialla: partenza da Digne, sul traguardo di Briançon precede di 5’18” Mario Vicini, secondo nella Grande Boucle del ’37.

Tour, Servadei vince un’altra semitappa

• Già primo a Bayonne nella seconda semitappa dell’11 luglio, Glauco Servadei vince a Laon la prima frazione della ventesima tappa, battendo in volata Bini.

Bartali vince il Tour de France

• Gino Bartali vince la 32ª edizione del Tour de France, secondo italiano ad imporsi nella Grande Boucle dopo Ottavio Bottecchia (1924 e 1925). Negli ultimi anni i nostri ciclisti erano andati vicini al successo con Mario Vicini, secondo nel 1937 a 7’17” dal francese Roger Lapébie; Ambrogio Morelli, secondo nel 1935 a 17’52” dal belga Romain Maes; Giuseppe Martano, secondo nel 1934 a 27’31” dal francese Antonin Magne; Learco Guerra, secondo nel 1933 a 4’01 dal francese Georges Speicher; Francesco Camusso, terzo nel 1932 a 26’21” dal francese André Leducq; Antonio Pesenti, terzo nel 1931 a 22’51” da Magne; Guerra, secondo nel 1930 a 14’13” da Leducq; Giuseppe Pancera, secondo nel 1929 a 4’23” dal belga Maurice Dewaele; Bartolomeo Aimo, terzo nel 1926 a un’ora 22’51” dal belga Lucien Buysse.

Tour, vittoria di tappa per Ronconi

• Aldo Ronconi vince la terza tappa del 34° Tour de France, il primo del dopoguerra: partenza da Bruxelles, all’arrivo in Lussemburgo precede di 5’34” Cogan e Fermo Camellini. Il francese René Vietto conserva la maglia gialla.

Tour: tappa a Camellini, Ronconi in giallo

• Fermo Camellini vince l’8ª tappa del Tour de France: partenza da Grenoble, sul traguardo di Briançon precede di 8’06” Pierre Brambilla, secondo anche il giorno precedente (dietro Jean Robic), quando Aldo Ronconi ha conquistato la maglia gialla (che conserva).

Bis di Camellini al Tour

• Già primo il 3 luglio a Briançon, Fermo Camellini vince anche la 10ª tappa del Tour de France: partenza da Digne, sul traguardo di Nizza precede di due minuti Aldo Ronconi, il francese René Vietto conserva la maglia gialla (strappata proprio a Ronconi il 5 luglio).

Parte il Tour, Bartali subito in maglia gialla

• Dopo dieci anni, Gino Bartali torna a vestire la maglia gialla grazie al successo nella prima tappa del 35° Tour de France: partenza da Parigi, a Trouville batte in volata il belga Alberic Schotte.

Tour: tappa a Rossello, Bartali perde la maglia gialla

• Vincenzo Rossello vince la seconda tappa del Tour de France: partenza da Trouville, sul traguardo di Dinard batte in volata Louison Bobet e Jean Engels, quest’ultimo strappa a Gino Bartali la maglia gialla.

Tour, Bartali primo a Lourdes

• Gino Bartali vince la 7ª tappa del Tour de France: partenza da Biarritz, sul traguardo di Lourdes batte in volata Jean Robic (vincitore del Tour ’47), Louison Bobet è terzo a 3” e conserva la maglia gialla (il campione toscano è 12° a 19’48”).

Tris di Bartali al Tour

• Già primo il 30 giugno a Trouville e il 7 luglio a Lourdes, Gino Bartali vince l’8ª tappa del Tour de France: a Tolosa batte in volata Guy Lapébie. Louison Bobet conserva la maglia gialla (il campione toscano è ottavo a 18’18”).

Tour, Sciardis primo a Sanremo

• Gino Sciardis vince l’11ª tappa del Tour de France: partenza da Marsiglia, sul traguardo di Sanremo precede di 1’12” Caffi e Seghezzi. Louison Bobet conserva la maglia gialla, Gino Bartali è 9° a 11’49”.

Provvidenziale vittoria di Bartali al Tour

• Mentre l’Italia è scossa dall’attentato contro Palmiro Togliatti, segretario del Pci gravemente ferito il 14 luglio 1948 con due colpi di rivoltella all’uscita da Montecitorio, Gino Bartali distrae i connazionali vincendo la 13ª tapppa del Tour de France: partenza da Cannes, a Briançon precede di 6’18” il belga Alberic Schotte e di 9’15” Fermo Camellini. Il francese Louison Bobet conserva la maglia gialla, il campione toscano sale al secondo posto, staccato di 1’06”.

Bartali conquista la maglia gialla

• Ad Aix-les-Bains, Gino Bartali vince la sua quinta tappa nella 35ª edizione del Tour de France e conquista la maglia gialla: tagliato il traguardo con un vantaggio di 5’53” su Ockers, in classifica ha adesso un vantaggio di 8’03” su Louison Bobet.

Tour, continua il dominio di Bartali

• Sul traguardo di Losanna, Gino Bartali vince la sua sesta tappa nella 35ª edizione del Tour de France, la terza consecutiva (dopo un giorno di riposo): sul traguardo precede di 1’47” il belga Alberic Schotte, terzo in classifica a 31’50” (il distacco del francese Louison Bobet, secondo, sale a 13’47”).

Tour: tappa a Corrieri, Bartali sempre in giallo

• Giovanni Corrieri vince la 18ª tappa del Tour de France: partenza da Strasburgo, a Metz batte in volata Ockers e Gauthier. Gino Bartali conserva la maglia gialla con un vantaggio di 24’47” su Guy Lapébie.

Tour, settimo successo di tappa per Bartali

• La maglia gialla Gino Bartali vince la sua settima tappa nella 35ª edizione del Tour de France: partenza da Metz, sul traguardo di Liegi batte in volata il francese Jean Robic e il belga Alberic Schotte, secondo in classifica a 26’16”.

Bartali vince il suo secondo Tour

• A dieci anni dal primo successo, Gino Bartali vince il suo secondo Tour de France: sette successi di tappa, nella classifica finale precede di 26’16” il belga Alberic Schotte. L’ultima tappa è vinta in volata da Giovanni Corrieri, già primo il 22 luglio a Metz.

Coppi vince la cronometro del Tour

• Fausto Coppi, primo nell’ultimo Giro d’Italia, vince la 7ª tappa del Tour de France, una cronometro di 92 chilometri da Les Sables a La Rochelle: lo svizzero Ferdy Kübler è secondo a 1’32”, il belga Henri Van Steenbergen terzo a 2’47”. Il francese Jacques Marinelli conserva la maglia gialla (primo italiano in classifica Fiorenzo Magni, terzo a 17’27”).

Magni conquista la maglia gialla

• Primo nella decima tappa del Tour de France, Fiorenzo Magni conquista la maglia gialla: partenza da San Sebastian, a Pau batte in volata il belga Raymond Impanis, in classifica ha un vantaggio di 4’09” sul francese Jacques Marinelli.

Bartali si regala la maglia gialla

• Nel giorno del suo 35° compleanno, Gino Bartali vince la 16ª tappa del Tour de France e strappa a Fiorenzo Magni la maglia gialla: partenza da Cannes, taglia il traguardo di Briançon seguito da Fausto Coppi, secondo anche in classifica generale (staccato di 1’22”).

Coppi strappa a Bartali la maglia gialla

• Fausto Coppi vince la 17ª tappa del Tour de France: partenza da Briançon, taglia il traguardo 4’55” prima di Gino Bartali (penalizzato da una foratura), cui strappa la maglia gialla conquistata il giorno prima ai danni di Fiorenzo Magni.

Tour, Rossello primo a Losanna

• Vincenzo Rossello vince la 18ª tappa del Tour de France: partenza da St. Vincent, a Losanna batte in volata Pasquini. Fausto Coppi conserva la maglia gialla con un vantaggio di 3’03” su Gino Bartali.

Coppi vince la 2ª cronometro del Tour

• Fausto Coppi vince in maglia gialla la cronometro Colmar-Nancy (137 chilometri), il secondo posto va a Gino Bartali, staccato di 7’02”: il toscano è secondo anche in classifica generale (a 10’55”).

Storica accoppiata Giro-Tour di Coppi

• Fausto Coppi vince il 36° Tour de France, primo ciclista della storia a compiere l’accoppiata col Giro d’Italia (vinto il 12 giugno 1949): in classifica generale precede di 10’55” Gino Bartali, Fiorenzo Magni è sesto a 42’10”. L’ultima tappa (Nancy-Parigi) è vinta in volata dal belga Henri Van Steenbergen, terzo posto per Giovanni Corrieri.

Tour, vittoria di tappa per Leoni

• Adolfo Leoni vince la seconda tappa del 37° Tour de France: partenza da Metz, a Liegi batte in volata Fiorenzo Magni e Louison Bobet, Jean Goldschmit conserva la maglia gialla.

Tour, Pasotti primo a Lilla

• Alfredo Pasotti vince la terza tappa del Tour de France: partenza da Liegi, a Lilla batte in volata Blumme e De Muer. Bernard Gauthier conquista la maglia gialla (Pasotti è secondo a 5”).

Corrieri vince la 5ª tappa del Tour

• Giovanni Corrieri vince la quinta tappa del Tour de France: partenza da Rouen, a Dinard batte in volata Desbats. Bernard Gauthier conserva la maglia gialla.

Tour, vittoria di tappa per Magni

• Fiorenzo Magni vince l’ottava tappa del Tour de France: partenza da Angers, a Niort batte in volata Ockers e Meunier. Bernard Gauthier conserva la maglia gialla.

Bis di Pasotti al Tour

• Già primo il 15 luglio a Lilla, Alfredo Pasotti vince la nona tappa del Tour de France: partenza da Niort, a Bordeaux batte in volata Schotte e Bonini. Bernard Gauthier conserva la maglia gialla.

Magni in maglia gialla (tappa a Bartali)

• Gino Bartali vince l’undicesima tappa del Tour de France: partenza da Pau, a St. Gaudens batte in volata Louison Bobet e Costant Ockers. Fiorenzo Magni (nono al traguardo con lo stesso tempo del vincitore), conquista la maglia gialla: in classifica generale ha un vantaggio di 2’31” sullo svizzero Ferdi Kubler, 3’20” su Bobet, Bartali è sesto a 4’17”.

Fonti: Davide Cassani, Nuovo almanacco del ciclismo; le Garzantine -Sport, a cura di Claudio Ferretti e Augusto Frasca, Garzani 2008; The Official Tour de France Centennial, 1903-2003, Weidenfeld & Nicolson 2003; Marguerite Lazell, Tour de France, A Hundred Years of the World’s Greates Cycle Race, Carlton Books; The Official Treasures - Le Tour de France, Carlton Books; memoire-du-cyclisme.net; Beppe Conti, 100 Campioni del Novecento, Graphot 2002; i Campioni del Ciclismo, Fabbri Editori 1999; La Gazzetta dello Sport - 110 anni di gloria;

Magni in maglia gialla, ma l’Italia torna a casa

• Nonostante Fiorenzo Magni abbia conquistato il giorno prima la maglia gialla, le due nazionali italiane si ritirano dal Tour de France in quanto ripetutamente bersagliate dai facinorosi locali.

Vincenzo Nibali conquista il Tour

• Vincenzo Nibali, il 29enne siciliano dell’Astana, conquista la 101esima edizione del Tour de France. Nibali ha dominato la corsa sin dalle prime gare, indossando la maglia gialla per diciannove delle ventuno tappe totali e vincendone quattro. L’ultima tappa del Tour, con l’arrovo a Parigi, è vinta dal tedesco Marcel Kittel. Dietro a Nibali, secondo in classifica generale il francese Jean Cristophe Peraud della AG2R, con un distacco di 7 minuti e 52 secondi, mentre terzo Thibaut Pinot della FDJ, anche lui francese, con un distacco di 8 minuti e 24 secondi.

• Con questa vittoria Nibali è diventato il sesto ciclista della storia (e il secondo italiano) a riuscire a vincere almeno un’edizione di tutti e tre i grandi giri: Tour de France, Vuelta a Espana e Giro d’Italia. L’ultimo ciclista italiano ad aver vinto il Tour fu Marco Pantani, nel 1998.