Questo sito utilizza cookies tecnici (propri e di terze parti) come anche cookie di profilazione (di terze parti) sia per proprie necessità funzionali, sia per inviarti messaggi pubblicitari in linea con tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso all'uso dei cookie di profilazione clicca qui. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie Ok, accetto

 2017  dicembre 13 Mercoledì calendario

• Bergamo 9 marzo 1935. Matematico.
• «Negli Usa è una celebrità, in Italia invece il suo non è un nome famoso al grande pubblico. Eppure, sono pochi gli italiani che non debbano qualcosa a questo illustre sconosciuto. Senza Andrea Viterbi, infatti, i telefonini digitali non esisterebbero. Nel 1966, poco più che trentenne, ideò l’Algoritmo Viterbi, la formula matematica per l’eliminazione dell’interferenza di segnale grazie a cui funzionano tutti i cellulari Gsm del mondo. Negli anni 1990, come fondatore e presidente della Qualcomm, propose la tecnologia Cdma, la base degli Umts, i telefonini di terza generazione. Viterbi ha studiato con Bruno Rossi, ha collaborato con Von Braun ed è stato consigliere di Clinton. Diventato multimilionario, ha distribuito generose donazioni a centri di ricerca e università. Ma la storia di Andrea Viterbi comincia molto prima: a Bergamo, dove è nato nel 1935 e da cui è stato costretto ad andarsene a soli quattro anni a causa delle leggi razziali, trasferendosi negli Stati Uniti» (Claudia Di Giorgio).